Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gaibledon dopo il Veneto Open chiude a sorpresa i campi da tennis per curare l'erba

Domenica 3 Luglio 2022 di Marco Scarazzatti
Martina Trevisan impegnata nel torneo Wta 125 Veneto Open a Gaiba

GAIBA - Gaibledon chiude i battenti anzitempo. La clamorosa decisione, che ha lasciato tutti di stucco, è stata comunicata ieri attraverso una nota del Tc Gaiba.
«Dal 4 luglio il Tennis club Gaiba sospende l’attività di gioco sui campi da tennis in erba naturale - si legge nel comunicato emesso dal circolo presieduto da Elia Arbustini - Questo per garantire lo standard necessario al torneo Wta del 2023». Il torneo internazionale femminile, con montepremi di 115mila dollari, conclusosi domenica 19 giugno, con la vittoria della belga Alison Van Uytvanck su Sara Errani, aveva denotato delle evidenti problematiche al manto erboso, che avevano scontentato giocatrici, addetti ai lavori e organizzatori del Veneto internazionali Confindustria Venezia-Rovigo.

LA COMUNICAZIONE

«È terminato da poco il primo torneo Wta 125 su erba naturale, mai realizzato prima in Italia - prosegue Arbustini - La conclusione dell’evento sportivo, che ha riscosso un grande successo di mediatico e il plauso della Women’s tennis association, ci impone di continuare a lavorare per migliorare l’erba dei nostri campi. Ma per fare questo sono necessari lavori urgenti di manutenzione straordinaria, che vanno affrontati in maniera imprescindibile e tempestiva».
Questi lavori riguarderanno i sei i campi da tennis in erba naturale, due aggiunti quest’anno, in occasione dell’organizzazione dell’importantissimo evento. «La chiusura da domani, lunedì, di tutte le attività di tennis su questi campi (funzioneranno solo quello in terra battuta e quello in cemento, ndr), si rende assolutamente necessaria per riuscire a garantire uno standard qualitativo perfetto richiesto, in vista del torneo Wta del 2023, già programmato per il mese di giugno. Per ragioni agronomiche siamo costretti ad agire in questo periodo della stagione. L’erba di Gaibledon è infatti tanto unica, quanto delicata e richiede le condizioni climatiche di questo periodo estivo, per poter crescere in modo perfomante».
 

I TORNEI CHE SALTANO
E dire che quest’anno, proprio perché erano stati aggiunti due campi in erba, la stagione agonistica del circolo, nato dieci anni fa, nel 2012 al posto del campo di calcio dove giocava il Gaiba di Terza e Seconda categoria, si presentava più lunga rispetto al passato. Gaibledon non si fermava al torneo Wta 125 ospitato dal 13 al 19 giugno, ma aveva in programma altri tornei: dall’8 al 10 luglio il Fit Tpra, dal 22 al 24 luglio il Rodeo Fit e soprattutto dall’1 al 7 agosto la seconda edizione dell’Itf Senior maschile, con montepremi di 15mila dollari, dopo la positiva esperienza di inizio giugno 2021. Invece chi vorrà ancora vedere partite dal vivo dovrà attendere quasi un anno, con la seconda edizione del Veneto Open femminile. 
 

Ultimo aggiornamento: 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci