Il coronavirus alza il tiro, altri 11 contagiati tra i quali una bambina di tre anni

Mercoledì 14 Ottobre 2020
TAMPONI Controlli a tappeto per fermare il diffondersi del contagio

ROVIGO - Peggiorano i dati sul fronte contagio da Covid-19 in Polesine. Sono 11 le nuove positività registrate dalll'Ulss 5 tra i residenti tra Adige e Po. Tra questi anche una bambina di soli tre anni e un ragazzino di 11, oltre e trentenni e quarantenni a conferma che il virus sta colpendo in modo indiscriminato qualsiasi fascia d'età ed organismi umani anche in ottime condizioni di salute. Il giovanissimo del 2009, residente in Basso Polesine ha eseguito un tampone di accesso in una struttura sanitaria fuori regione per un ricovero non inerente al Covid. Frequenta la prima media in Basso Polesine e i suoi compagni, il personale e i docenti sono stati già sottoposti a tampone rapido questa mattina dall’Unità speciale preposta. Il che ha portato a far emergere altre tre positività tra i compagni. La classe, il personale e i docenti sono stati posti in isolamento domiciliare secondo protocolli. I tamponi eseguiti ieri a compagni, personale e docenti di un Istituto Superiore di Rovigo, dove era emersa la positività di un insegnante, sono risultati tutti negativi.

RICOVERI Attualmente risultano ricoverati 14 pazienti nelle strutture per Covid-19: nove in Area Medica Covid a Trecenta (un paziente trasferito dalle Malattie Infettive di Rovigo), due pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta, e tre in Malattie Infettive a Rovigo.

CASE DI RIPOSO Risultano positive una operatrice della Comunità Alloggio di Taglio di Po e una operatrice, non sanitaria, del Centro Servizi Anziani "Villa Resemini" di Stienta.

TAMPONI COMPLESSIVI I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 105.724. Le persone sottoposte a tampone sono 37.938. Sono 113 le persone attualmente positive e 492 quelle in isolamento domiciliare sorvegliato.

 

Ultimo aggiornamento: 21:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA