Esplosioni a Beirut, il Governatore: «Sembrava Hiroshima, la città è devastata»

Martedì 4 Agosto 2020
Esplosioni a Beirut, il Governatore: «Sembrava Hiroshima, la città è devastata»

il governatore di Beirut, Marwan Aboud, ha definito le esplosioni di Beirut «un disastro nazionale senza precedenti. Beirut è una città distrutta», e le esplosioni di oggi sembravano «Hiroshima» Aboud. lo ha detto ad una emittente libanese, trattenendo a stento le lacrime,  Aboud si è recato sul luogo dell'esplosione, al porto di Beirut, rivelando che tra i dispersi vi sarebbero numerosi vigili del fuoco accorsi sul posto per spegnere l'incendio conseguente alla prima esplosione.

Beirut, due esplosioni in zona porto: almeno 11 morti, ferito militare italiano
 

Beirut, domani giornata di lutto

Il premier libanese Hassan Diab ha dichiarato che domani sarà una giornata di lutto nazionale per le vittime della potente esplosione che ha sconvolto Beirut. Lo riferisce l'agenzia di stato libanese. Il numero dei morti e dei feriti nell'esplosione non è ancora chiaro. Secondo varie fonti, tra le 400 e le 500 persone sarebbero rimaste ferite.

Caccia F15 Usa spaventa aereo iraniano: «Passeggeri nel panico, ci sono feriti»

La probabile causa della potente esplosione che ha sconvolto Beirut potrebbe essere stata «l'enorme quantità di nitrato di ammonio» immagazzinato nel porto della città. Lo ha detto il ministro dell'Interno libanese, Mohamed Fehmi, all'emittente Mtv Lebanon. Le sue dichiarazioni coincidono con quanto riferito al canale libanese Al Mayadeen dal direttore generale delle dogane. Il nitrato di ammonio è un composto chimico usato come fertilizzante, ma anche per la fabbricazione di esplosivi.
 

 

Ultimo aggiornamento: 20:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA