Mostre, Elisabetta Catalano in Uzbekistan con «Sguardi romani»

Lunedì 3 Maggio 2021
Mostre, Elisabetta Catalano in Uzbekistan con «Sguardi romani»

Alla Tashkent House of Photography prende il via la mostra fotografica «Sguardi romani: cinema, cultura e moda attraverso l'obiettivo di Elisabetta Catalano». La mostra, organizzata dall'Ambasciata d'Italia a Tashkent in collaborazione con la Tashkent House of Photography e l'Archivio Elisabetta Catalano, curata da Olga Strada e Aldo Ponis, segna un momento importante nella politica di promozione culturale delle eccellenze italiane in Uzbekistan. Il tratto stilistico delle fotografie di Elisabetta Catalano, sottolinea Agostino Pinna, Ambasciatore d'Italia a Tashkent, «permette di cogliere in pochi attimi lo stile italiano, ma anche la capacità di Roma e dell'Italia di attirare nei decenni successivi all'ultimo conflitto mondiale gli esponenti più celebri e brillanti dell'arte, della letteratura, del cinema e della moda di tutto il mondo».

La selezione delle immagini, realizzate dalla fotografa romana nell'arco di alcuni decenni, costituisce la cifra del percorso artistico della grande fotografa italiana, prematuramente scomparsa nel 2015. Gli scatti testimoniano alcuni decenni dell'intensa stagione che aveva reso Roma centro della fioritura artistica e culturale del paese collegandola con il resto del mondo. Nella serie di ritratti dedicati a personalità del mondo culturale Elisabetta Catalano ha mostrato una capacità di cogliere la loro intima essenza.

Al puzzle dei volti che compongono il mosaico di un'epoca ormai passata, ma ben radicata nel tessuto culturale italiano, si associano le foto di scena fatte sui set dei film di Federico Fellini, e i servizi di moda per i più prestigiosi brand del Made in Italy. Elisabetta Catalano era parte del mondo da lei raccontato, conosceva i protagonisti oggetto delle due fotografie, con molti era legata da vincoli di amicizia e di lavoro. I personaggi da lei ritratti si affidavano a lei e si fidavano di lei, da qui la possibilità di vedere nella loro naturale essenza la teoria dei volti presenti alla mostra di Tashkent, da Bernardo Bertolucci a Evgenij Evtushenko, da Silvana Mangano a Monica Bellucci.

Ultimo aggiornamento: 17:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA