Mfe: la crisi Usa chiama l'Europa ad assumensi le proprie responsabilità globali

Giovedì 7 Gennaio 2021

Caro Gazzettino, 

l’assalto di ieri - 6 gennaio - al Campidoglio Usa è stato un vulnus drammatico per la democrazia degli Stati Uniti; ma è stato anche la manifestazione eclatante della fragilità e della debolezza del Paese che rimane nonostante tutto il più potente al mondo e che condiziona tutta la politica estera degli alleati democratici e le relazioni internazionali

 Per gli Europei c’è una sola lezione da trarre dalla situazione americana: rifuggire la tentazione di affidarsi alla “solidità delle istituzioni democratiche americane” e alla forza “dei checks and balances” della Costituzione federale, e capire che ora sono gli USA ad aver bisogno di un’Europa forte e determinata, una potenza positiva alleata che li guida nel governo di un mondo che loro hanno costruito, ma che non sono più in grado di indirizzare

 Come il Movimento Federalista Europeo (Mfe) ricordava appena dopo la vittoria di Biden, “Solo completando la sua unificazione, l'Europa contribuirà a sconfiggere nel suo seno e nel mondo intero i seguaci del tycoon americano”.

Quanto accaduto ieri ha dimostrato quanto è vero questo assunto; ora possiamo solo impegnarci affinché l’attacco al Campidoglio spinga gli Europei ad assumersi le proprie responsabilità globali.

Movimento Federalista Europeo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA