Vicenza, «Voglio uccidere i miei genitori», 15enne lo annuncia in chat. Amico denuncia lei e il fidanzatino

Martedì 6 Ottobre 2020

Voleva uccidere i genitori. E l'aveva detto ai suoi amici su Snapchat, un social molto famoso tra i ragazzini, coinvolgendo anche il fidanzatino 15enne come lei. Come Erika e e Omar, la coppia di fidanzati che nel 2001 a  Novi Ligure sterminarono la famiglia di lei.
Ora c'è anche l'ipotesi di un plagio da parte di persone conosciute sul web nell'ambito degli accertamenti dei carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa (Vicenza). L'indagine - riferita oggi dal Corriere della Sera e dai quotidiani locali - è stata avviata nel massimo riserbo dopo che un amico dei due aveva segnalato le loro intenzioni, emerse nel corso di conversazioni via chat.

Choc in rete per un tredicenne: «Morire è bello», la chat che porta al suicidio, inchiesta a Roma

La famiglia della ragazza è molto unita, e la giovane non è stata oggetto di provvedimenti cautelari, in attesa di capire se le sue frasi nascondessero reali intenzioni o fossero un semplice sfogo da adolescenti. I ragazzi avrebbero anche iniziato un percorso di consulenza psicologica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA