Tumore allo stomaco, nuova tecnica dal Giappone: intervento riuscito ad Arezzo

Giovedì 27 Maggio 2021
Tumori, nuova tecnica dal Giappone: intervento allo stomaco riuscito ad Arezzo

La tecnica, super innovativa, arriva dal Giappone. Ma in Italia ha già aiutato una paziente dell'ospedale San Donato di Arezzo alla quale è stata rimossa una displasia grave dello stomaco attraverso la resezione di una lesione neoplastica iniziale dello stomaco senza ricorrere all'intervento chirurgico tradizionale riservato ai tumori avanzati. 

Nasce Youtumor, il sito che "accompagna" i pazienti in malattia

La donna ha 74 anni ed è della provincia di Perugia: era affetta da un tumore gastrico iniziale. «Dissezione sottomucosa (Esd), questo il nome della tecnica utilizzata nell'intervento ed è eseguita in pochi centri in Italia - ha spiegato Marco Rossi, direttore uoc gastroenterologia ed endoscopia digestiva di Arezzo -. Si avvale dell'uso di aghi utilizzati come un bisturi per incidere la parte sana intorno alla lesione esponendo così lo strato di parete sottostante che viene progressivamente resecata sino ad ottenere il pezzo intero di parete interessato. Questo garantisce al paziente la possibilità di preservare l'organo, mantenendo così inalterate le normali funzioni digestive ed abitudini alimentari». Dopo l'intervento la paziente è stata ricoverata per 4 giorni per un monitoraggio clinico: non ha evidenziato, spiega la Asl, «specifiche problematiche o effetti collaterali e dopo 72 ore ha ripreso un'alimentazione per via orale. È stata dimessa in buone condizioni cliniche, asintomatica senza evidenziare alcuna complicanza e riprendendo da subito una normale attività».

 

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 08:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA