Ragazzino genovese punto da manta velenosa: corsa contro il tempo per il rimpatrio

Martedì 12 Novembre 2019
Ragazzino genovese punto da manta velenosa: corsa contro il tempo per il rimpatrio
6

Un 12enne italiano è rimasto gravemente ferito per la puntura di un Trigone, una specie di manta velenosa, mentre faceva il bagno nella spiaggia di La Mina, in Costa Rica. Il giovane genovese è paralizzato dal tronco in giù ed è ricoverato da alcune settimane nell'ospedale pediatrico della capitale San José. Secondo quanto raccontato dai genitori, che erano con lui, il Trigone avrebbe conficcato l'aculeo sul collo del ragazzino.

I famigliari hanno preso contatto con l'Unità dipartimentale di Chirurgia vertebrale dell'ospedale Maggiore di Bologna, specializzata in questo tipo di traumi e pronta ad accogliere il minorenne per effettuare anche un lunghissimo ciclo di fisioterapia. Per poter permettere al ragazzino, che può viaggiare solo in posizione orizzontale, di tornare in Italia l'ambasciata italiana in Costa Rica ha messo in moto la macchina dei soccorsi, richiedendo un volo umanitario.

L'Ambasciata d'Italia a San José segue da vicino e fin dal primo momento la vicenda. Lo riferiscono fonti diplomatiche interpellate dall'ANSA, assicurando che l'ambasciata, in stretto raccordo con la Farnesina, sta prestando ogni assistenza necessaria per trasferire il bambino in una struttura ospedaliera italiana.

Ultimo aggiornamento: 20:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA