Donna intubata tra le formiche a Napoli, sospesi medici e infermieri

PER APPROFONDIRE: formiche, ospedale, san giovanni bosco
Paziente intubata tra le formiche  a Napoli: sospesi medici e infermieri
La Direzione generale per la Tutela della salute della Regione Campania, sulla vicenda della presenza di formiche nel letto di una paziente ricoverata nell'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, dopo aver disposto immediatamente l'intervento del Servizio ispettivo regionale, ha segnalato al direttore generale dell'Asl Napoli 1 di «promuovere il provvedimento della sospensione cautelare dal servizio a carico del personale medico e infermieristico che si sia reso responsabile di omessa sorveglianza o di imperizia nelle operazioni di assistenza della paziente». È quanto si legge in una nota della Regione Campania. La stessa Direzione, prosegue la nota, «ha anche disposto che ogni sviluppo della vicenda, seguita con la massima attenzione della presidenza, sia tempestivamente comunicato alla struttura regionale».

Una lunga visita, più di due ore, è stata effettuata oggi dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nell'ospedale 'San Giovanni Bosco' di Napoli. Secondo quanto si è appreso il presidente della Giunta regionale ha fatto visita all'ammalata, e ha poi incontrato i dirigenti ed il personale della struttura ospedaliera. «Quello che è certo è il mancato e doveroso controllo della paziente - ha detto De Luca - Si procederà come sempre con il massimo rigore, oltre alla sospensione, già decisa, del personale in servizio. Il direttore sanitario in giornata denuncerà all'autorità giudiziaria quanto è accaduto perché possano essere individuati eventuali comportamenti dolosi». Intanto, assicura il Governatore della campania - proseguirà il lavoro di riorganizzazione e bonifica della sanità. E' doveroso difendere la dignità di Napoli, delle tante realtà di eccellenza nazionale e del lavoro straordinario sul piano della dedizione e professionalità posto in essere da migliaia di medici, infermieri e dipendenti delle nostre strutture. Per le aree di inefficienza, di sciatteria - o peggio - ancora presenti, si procederà con rigore assoluto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Novembre 2018, 21:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Donna intubata tra le formiche a Napoli, sospesi medici e infermieri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-11-11 17:46:01
io, avendo avuto una breve esperienza da amministratore comunale, penso che se nel pubblico fosse possibile licenziare o cacciare via certi soggetti, in qualche modo, come accade nel privato, certe cose non succederebbero: scommettiamo invece che non sarà colpa di nessuno e che nessuno risponderà personalmente di questa porcheria?
2018-11-11 12:31:23
So per esperienza personale, diretta e vissuta cosa voglia dire essere intubati. NON MI BASTA. Gli infermieri devono essere cacciati prima di subito. E il medico radiato dall'Albo prima della fine della prossima settimana. Peccato che la vittima di questa storia orrenda sia una - presumo - pacifica cingalese. Fosse stata una napoletana "di una famiglia di quelle che dico io" gli interessati si scorderebbero il pranzo di Natale.
2018-11-11 12:26:05
invece di pensare al calcio........SAREBBE MEGLIO AGIRE e risolvere PROBLEMI BEN PIU' IMPORTANTI......vedi NAPOLI e poi.... ?????
2018-11-11 12:08:45
Tutta la fila di responsabili, dal più basso al più alto, devono essere licenziati in tronco, senza preavviso e senza spiegazioni di nessun genere. Se così non sarà, con l'aiuto di molti, solo con la forza del pensiero, a tutta la fila arriveranno segnali concreti di "disagio" (non si possono augurare malattie). L'Italia ha smesso anche di vergognarsi, venga l'uomo risolutore.
2018-11-11 18:27:59
E cosa resterebbe aperto da voi? Giusto qualche chiesa, forse! Non confondere le due Italie.