Covid, Pregliasco: «Strette di mano e abbracci? Meglio aspettare la primavera»

Per il virologo solo in primavera si potrà pensare di allentare il "nuovo galateo" imposto dalla pandemia

Mercoledì 20 Ottobre 2021
Covid, Pregliasco: «Strette di mano e abbracci? Meglio aspettare la primavera»

Ok il Green pass, ma per strette di mano e abbracci è ancora presto. Ne è convinto il virologo Fabrizio Pregliasco, docente della Statale di Milano, che frena gli entusiasmi sul ritorno alla normalità. «Non è ancora il momento di abbandonare il nuovo galateo, prima 'adda passà 'a nuttatà, e "a nuttata" è l'inverno».

Vaccino obbligatorio per medici e sanitari, ok del Consiglio di Stato: «Dovere di solidarietà verso i più deboli»

Brusaferro: «Scordiamoci l'immunità di gregge, guardate cosa succede in Gran Bretagna»

Contagiati 20 bambini e 7 prof a scuola. De Luca: «Il 99% sono figli di genitori non vaccinati»

«Per tornare a strette di mano e abbracci - dice all'Adnkronos Salute - vediamo in primavera, forse allora potremmo cominciare ad allentare un pò ma prima è un rischio», avverte. «Anche se - rileva il virologo - già adesso c'è qualcuno che lo fa. Da me ogni tanto qualcuno si presenta tendendo la mano, ma io la schivo».

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA