Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salvini a Mosca, interrogazione Pd alla Commissione Ue: «Accertare se viaggio violasse sanzioni a Russia»

Picierno-Majorino: «La trasferta alla fine è stata annullata, ma appare evidente che il leader di un partito di governo che pianifica di andare a Mosca a spese del Cremlino rappresenta una grave minaccia per la sicurezza dell'Italia»

Mercoledì 15 Giugno 2022
Salvini a Mosca, interrogazione Pd alla Commissione Ue: «Accertare se viaggio violasse sanzioni a Russia»
3

Accertare se il viaggio programmato di Matteo Salvini a Mosca - e poi annullato - costituisca una violazione delle sanzioni dell'Unione europea nei confronti della Russia e, in tal caso, verificare quali misure si intendano applicare per perseguire questa condotta. E' l'obiettivo principale di un'interrogazione presenta alla Commissione europea a prima firma della vicepresidente pd del parlamento europeo Pina Picierno e dell'eurodeputato Pierfrancesco Majorino, coordinatore S&D nella commissione speciale sulle Ingerenze straniere.

Matteo Salvini, cosa accade adesso? «Non ne azzecca più una». Caos Lega dopo disastro Comunali

«La trasferta alla fine è stata annullata, ma appare evidente che il leader di un partito di governo che ha sostenuto l'introduzione di sanzioni contro il Cremlino, che pianifica di andare a Mosca a spese del Cremlino, con ragioni non chiare e ambigue, rappresenta una grave minaccia per la sicurezza dell'Italia e dell'intera Unione europea, poiché il viaggio risulta pianificato senza il supporto dell'intelligence italiana», affermano.

Lo scorso 11 giugno, infatti, l'ambasciata russa in Italia ha riferito di aver «assistito Matteo Salvini e le persone che lo accompagnavano nell'acquisto dei biglietti aerei per un viaggio nella capitale russa il 29 maggio». Si tratta di un fatto gravissimo che «si configura come un chiaro segnale politico del legame tra il regime russo e il partito della Lega che fa parte del Governo italiano», si legge nell'interrogazione, che chiede alla Commissione se fosse a conoscenza di tutto l'accaduto.

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci