Di Maio, addio alla politica? «Gli italiani sono stati chiari, evitiamo accanimento terapeutico»

Il Rappresentante speciale dell'Ue per il Golfo: «Grillo non lo sento più, ma gli voglio bene»

Domenica 12 Novembre 2023
Di Maio, addio alla politica? «Gli italiani sono stati chiari, evitiamo accanimento terapeutico»

Dove si colloca Luigi Di Maio, oggi, nel panorama politico? La domanda è stata rivolta al Rappresentante speciale dell'Ue per il Golfo nel corso della trasmissione "In Mezz'ora", su Rai Tre.

Ma non ottiene risposta: «Io ora - ha infatti spiegato Di Maio - sono collocato al massimo a Bruxelles o nel Golfo» e i «limiti del mio mandato non mi permettono di esprimere cose del genere e non posso rispondere. Più in generale - ha concesso l'ex pentastellato - posso dire che è finita per me un'era politica con le ultime elezioni».

Di Maio: «Alle elezioni gli italiani sono stati chiari»

Ricordando la sua scelta di dire addio al Movimento 5 Stelle, Di Maio ha lasciato «ai posteri la sentenza», aggiungendo però che quella scelta arrivò perché «avevo un'idea diversa sul governo Draghi e sulla posizione da assumere sull'Ucraina. Probabilmente ho cambiato idea, io rispetto agli amici e ai colleghi di partito. Ma poi gli italiani sono stati molto chiari su quella scelta e alle urne abbiamo preso nemmeno l'1% e quando arrivano risultati così alle elezioni è meglio evitare un accanimento terapeutico...».

«Grillo non lo sento, ma gli voglio bene»

«Beppe Grillo non lo sento più da tanto tempo - ha rivelato Di Maio - ma è anche vero che il bene che gli ho voluto è assolutamente invariato. È una delle figure fondamentali della mia vita passata. Poi ognuno ha preso la sua strada ma questo riguarda il futuro, non il passato».

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 09:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA