L'Avvenire contro il sistema Bibbiano, bisogna fare luce (ma stigmatizza Salvini)

L'Avvenire contro il sistema Bibbiano, bisogna fare luce (ma stigmatizza Salvini)

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Il quotidiano della Conferenza Episcopale italiana dopo avere stigmatizzato pesantemente il comportamento del leader della Lega, Matteo Salvini («Giù le mani dai piccoli») che a Pontida ha portato sul palco una bambina sottratta ad una famiglia dai servizi sociali, ripercorre in un lungo articolo il 'nodo' del sistema di Bibbiano, il paese emiliano dove si sono concentrati un alto numero di affidi di minori per un eccessivo potere dei servizi sociali ora all'esame della Procura di Reggio Emilia. Avvenire - che da tempo si occupa con grande obiettività di questa terribile inchiesta - pone ai suoi lettori e all'opinione pubblica quattro quesiti.

Caso Bibbiano, madre affidataria caccia la bimba dall'auto sotto il temporale: «Non ti voglio più»

Perchè lasciare solo ai servizi sociali il potere di decidere gli interventi coatti di allontanamento dalle famiglie senza ascoltare i genitori dei bambini sottratti? Perchè in questo sistema non esiste un registro nazionale dei bambini fuori dalle famiglie, e quanti di loro rientrano dopo un allontanamento? Le cooperative chi le controlla, visto che la legge Turco del 2000 permette ai Comuni sotto i 15 mila abitanti di affidare a cooperative esterne i servizi sociali, quando «molto probabilmente si tratta di una gestione senza controlli»? Infine, perchè non esistono protocolli nazionali per l'ascolto dei minori lasciando ampio margine a psicologi spesso coinvolti con il sistema delle case famiglia?

Bibbiano, l'intercettazione choc: «Anche il maresciallo ha figli...». Ira di Salvini su Twitter

E' ormai chiaro, sottolinea il giornale dei vescovi, che il caso Bibbiano non è più solo mediatico perchè ha scoperchiato una realtà che va affrontata a livello nazionale. «Il nostro apparato di protezione dei minori fuori famiglia ha urgente necessitaà di una revisione globale, puntando all'armonizzazione delle leggi e competente oggi in equilibrio instabile tra magistratura, aministrazioni locali e, addirittura privati». 

Bibbiano, il giudice minorile ignorò l'allarme del magistrato

Le violenze psicologiche che hanno subito centinaia di bambini in Italia sono enormi e irrisarcibili, spesso sottratti sulla base di presunzioni che si sono rivelate, in alcuni casi, frutto di errori madornali. Il sospetto che è affiorato è che questo serviva anche per far lievitare i costi delle psicoterapie «oltre ad assurde concetture ideologiche». 

Lavaggi del cervello e scosse elettriche ai bimbi: business horror degli affidi, 18 arresti. Bimba affidata a coppie di donne
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Settembre 2019, 10:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'Avvenire contro il sistema Bibbiano, bisogna fare luce (ma stigmatizza Salvini)
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-09-18 00:36:42
Meglio molto, molto tardi che mai... Naturalmente pero' non poteva mancare una critica a Salvini, che non c'entra proprio.
2019-09-17 19:15:19
L'Avvenire si è almeno distinto nel pronunciarsi sul "caso Bibbiano". Bisogna dare atto di ciò; per tutto il resto ove la stampa nazionale ha preferito sorvolare, esistono in Rete anche le interviste ai diretti protagonisti della brutta storia, le metodiche utilizzate che culminavano poi con lo scandalo degli affidi illeciti della Val d’Enza e la complicità di istituzioni che hanno avuto un ruolo determinante (servizi sociali.. giudici minorili) nei fatti denunciati. Bisogna solo cercare.. .
2019-09-17 14:49:54
Semplifichiamo, per chiarirci tutti le idee. C'e' chi predica severita' nelle norme e nei controlli, e sicurezza per tutti. Altri invece predicano attenzione a tutti, solidarieta' e liberta' di pensiero ed azione. Senza norme e controlli. Qualcuno, profittando della liberta' esen-norme garantita da parte della magistratura italiana, ha compiuto reati abietti, contro famiglie ed a favore di amici o clienti. Questi paiono i fatti. Ora quaalcuno, come purtroppo succede sovente da parte di tutti i partiti, cerca di volgere a proprio vantaggio il disagio sociale per gli eventi. Non e' una buona cosa. Ma la peggiore restano gli eventi, trascurati quasi del tutto dall'informazione. Ora ognuno si crei un'opinione, la propria, senza farsi influenzare dai parolai ma pensando ai bimbi ed alle loro famiglie. Ed ai ladri di bambini.
2019-09-17 12:56:51
Fa bene anche l'Avvenore a prendere posizione contro chi strumentalizza, per fini personali ed elettorali, i minori. A dire la verità, certi personaggi non mi sorprendono più. Sono persone delle quali non ho nessuna stima né fiducia. Quello che mi meraviglia invece sono i tanti italiani che, invece di fermarsi un attimo a riflettere, credono a tutto quello che viene Loro raccontato. Situazipne davvero paradossale e preoccupante.
2019-09-17 14:21:43
Non vedo nulla di cui meravigliarsi. Chi più di lei crede a tutto quello che le viene raccontato?