Orsa uccisa da auto a Castel di Sangro: il cucciolo la veglia tutta la notte

Mercoledì 25 Dicembre 2019 di Sonia Paglia
Orsa travola e uccisa da un'auto a Castel di Sangro: il suo cucciolo la veglia tutta la notte

CASTEL DI SANGRO – Mamma orsa investita e uccisa da un’automobile. Il suo cucciolo l’ha vegliata tutta la notte. E’ successo nel comune di Castel di Sangro, a margine della zona a Protezione Esterna del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Si tratta di un plantigrado giovane che godeva, apparentemente, di ottima salute. Età tra i 7-8 anni.

Bethany ha una malformazione e nessuno la vuole, l'appello per l'adozione: «Ha un cuore grandissimo»

L’incidente si è verificato intorno alle ore 20.30 della vigilia di Natale. Mamma orsa sarebbe deceduta poco dopo l’impatto violento, a causa dei gravi traumi interni, riportati a seguito della collisione con la vettura.  L’investitore si sarebbe fermato a soccorrere l’animale, allertando le forze dell’ordine. Anche  lui sarebbe rimasto lievemente ferito, e la sua vettura, completamente distrutta, è stata recuperata dal carro attrezzi.  

I Guardiaparco hanno monitorato tutta la notte il suo cucciolo che mostrava segni di sofferenza per il decesso della madre, anche  al fine di proteggerlo, per evitare di essere, a sua volta, investito. Un pianto di richiamo della propria mamma, che ha commosso anche i soccorritori.  Ora staziona, indifeso e orfano,  nei boschi circostanti.  Sorvegliato speciale dagli uomini del Servizio Sorveglianza del Parco.
 

 

Mamma orsa che al momento non ha un nome,  era seguita da tempo e fototrappolata più volte, ma non era dotata di radiocollare. Frequentava l’area di Castel di Sangro  e  del vicino paese di Villa Scontrone, dal mese di giugno, insieme a due piccoli, di cui uno, si sarebbero perse le tracce da tempo.  La carcassa del plantigrado protetto è stata trasportata all’ambulatorio veterinario del Pnalm, a Pescasseroli. Nei prossimi giorni, sarà condotta all’Istituto Zooprofilattico Abruzzo e Molise,  per essere sottoposta  ad esame autoptico.  
 

 

Ultimo aggiornamento: 19:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA