Napoli, lungomare bloccato dalla movida fino alla 4 di notte: «Follia collettiva»

Domenica 24 Maggio 2020
Napoli, lungomare bloccato dalla movida fino alla 4 di notte: «Follia collettiva»

Napoli, lungomare bloccato dalla movida fino alla 4 di notte. Traffico bloccato fino al mattino, assembramenti e bivacchi, schiamazzi, risse tra giovani e residenti esasperati a filmare il tutto. Chi si è trovato dalle parti del lungomare di Napoli la scorsa notte per il primo sabato post lockdown parla di «una follia collettiva».

​Movida, gli scienziati: fermate la ressa. «Basta assembramenti». I sindaci: chiudiamo tutto

Regioni, Sardegna e Sicilia sfidano il governo: venga chi ha il certificato di negatività

Napoli, i gestori dei locali contro De Luca per la movida blindata: "Non hai capito un c..."
 

 

Migliaia di persone, anche senza mascherina, si sono riversati in strada, a piedi o con le auto, con i marciapiedi utilizzati come corsie preferenziali da auto e moto, nonostante i locali della movida abbiano rispettato il limite della chiusura alle 23.

«Movida selvaggia e delirio fino alle 5». «Nel primo sabato con maggiori libertà dall'inizio della pandemia, la parte incivile del nostro popolo ha dato il peggio di sé. A Riva Fiorita, nella zona di Posillipo, centinaia di ragazzi hanno fatto baldoria fino alle 5 del mattino, con musica a palla, bloccando i residenti nelle proprie abitazioni con auto e scooter parcheggiati ovunque e facendo talmente baccano che in pochi sono riusciti a dormire. In tantissimi erano assembrati sugli scogli, molti senza mascherina. Una situazione pericolosa sia per l'ordine pubblico e per la sicurezza, e sia per il contrasto al contagio». È quanto afferma Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, che dice di essere stato contattato «da centinaia di cittadini esasperati». Borrelli pubblica anche il link Fb di un video girato da un residente. «Al Vomero, addirittura, un uomo, durante un controllo ha aggredito due agenti. Situazioni di puro delirio di gente in preda ai fiumi di alcool e all'inciviltà» aggiunge Borrelli.
 

 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 00:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA