Vittorio Feltri chiarisce: «Al Sud sono inferiori? Hanno interpretato male perché sono antipatico»

Sabato 25 Aprile 2020
Vittorio Feltri chiarisce: «Al Sud sono inferiori? Hanno interpretato male perché sono antipatico»

Vittorio Feltri torna a parlare dei meridionali dopo la polemica e la presa di posizioni di molti edicolanti e prova a chiarire il senso del suo discorso. Il direttore di "Libero" è finito sotto accusa per aver definito il Sud "Inferiore". «Non è che io ho un fatto un test di intelligenza in tutta Italia - spiega - anche perché non sarei attrezzato per farlo: mi sono limitato a dare un'occhiata ai dati Istat». Precisa, dunque, di aver pensato ai portafogli e all'economia, non ai cervelli».

Leggi anche > ​Mattarella: il 25 aprile nostra forza, tutti chiamati per la ripresa​

«I dati Istat - dichiara all'Adnkronos - dicono che la Lombardia ha un reddito procapite di 37mila e rotti euro, mentre la Campania 19mila. Quindi mi sembra evidente che la Campania sia economicamente inferiore, non è contestabile. 
Hanno interpretato la cosa per andarmi contro, per polemica, perché sono antipatico... Se tu citi una frase decontestualizzata dal discorso generale puoi attribuire alla frase qualsiasi significato. La realtà però è quella che dico io».

Stesso concetto ribadito nella risposta a un lettore pubblicata sul quotidiano "Libero": «Nel dire in tv, ospite di Mario Giordano (Fuori dal coro), che i meridionali sono inferiori ai settentrionali non mi riferivo affatto alle loro qualità morali e intellettuali, bensì al fattore economico, nettamente svantaggioso rispetto al Settentrione.
Ovviamente la diversità di reddito fra le due zone del Paese provoca problemi facili da appurare e difficili da risolvere. In sostanza, le mie dichiarazioni fraintese si riferivano ai portafogli e non certo ai cervelli, quindi nulla di antropologico e tutto finanziario».

«Mi sono limitato - continua - a sottolineare la verità. La mia esternazione pertanto non è stata infelice, semmai male interpretata da chi non riflette su quanto ascolta e su quanto legge. Qui al Nord sono stati commessi molti errori, però le morti registrate negli ultimi due mesi da queste parti non sono state causate da disattenzioni degli apparati sanitari e amministrativi, bensì dal virus che ha colto chiunque di sorpresa, inclusi i virologi, molti dei quali ne sanno di meno degli infermieri, anche perché frequentano maggiormente gli studi televisivi dei laboratori scientifici... Per essere uomini provveduti non basta nascere a Milano o a Napoli. La categoria degli stolti è universale e si sviluppa ad ogni latitudine, nonostante talvolta ci siano cretini più cretini di altri. Dare a me dell'antimeridionale significa trascurare la mia storia e il mio operato».

E sui numerosi esposti presentati nei suoi confronti, da quello dell'Agcom a quello dell'Ordine dei Giornalisti, fino alla denuncia del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, risponde così: «Facciano quello che vogliono, se sarò accusato avrò modo di difendermi molto agevolmente. Dopodiché, se mi vogliono perseguitare lo facciano pure».

© RIPRODUZIONE RISERVATA