Stefania Crotti, un biglietto e una rosa rossa per far scattare la trappola mortale

Stefania Crotti, un biglietto e una rosa rossa per far scattare la trappola mortale
Una vera e propria trappola, quella in cui è caduta Stefania Crotti, la donna di 42 anni uccisa e rinvenuta carbonizzata a Erbusco (Brescia). A confessare l'omicidio è stata l'ex amante del marito, la 44enne Chiara Alessandri, che però nega di aver dato il corpo alle fiamme e di aver premeditato il delitto.

Come spiegano anche i legali di Chiara Alessandri, la donna arrestata ha spiegato di aver voluto organizzare un incontro con Stefania, per un chiarimento. I figli di entrambe le donne, infatti, frequentano la stessa scuola e nel paese da tempo si susseguivano le voci della relazione tra il marito di Stefania e Chiara. La povera Stefania, però, sarebbe stata vittima di una vera e propria imboscata.

Sarebbe stata una rosa rossa con un biglietto la trappola scelta per far incontrare Stefania e Chiara. A consegnargliela sarebbe stato un ragazzo, che poi l'ha condotta nel luogo dell'appuntamento, un garage, per poi allontanarsi. Stefania Crotti sospettava che potesse essere una sorpresa del marito, ma era certa che non si trattava della sua calligrafia. Per questo, Stefania si era rifiutata di farsi bendare, per poi raggiungere il garage in cui sarebbe avvenuto il drammatico confronto con l'amante del marito, culminato nell'uccisione a colpi di martello.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 20 Gennaio 2019, 14:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Stefania Crotti, un biglietto e una rosa rossa per far scattare la trappola mortale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-01-20 18:38:49
Ha abboccato troppo facilmente.