Francesco Amato, chi è il sequestratore braccio della cosca emiliana

PER APPROFONDIRE: aemilia, francesco amato
Francesco Amato, chi è il sequestratore braccio della cosca emiliana
Francesco Amato, 55 anni, l'uomo che si è barricato alle poste di Reggio Emilia e ha preso in ostaggio 5 persone è stato condannato il 31 ottobre a 19 anni e un mese di reclusione nel processo Aemilia, con l'accusa di essere uno degli organizzatori dell'associazione 'ndranghetistica.

Condannato Aemilia prende 5 ostaggi alle Poste. «Voglio parlare con Salvini». Uscita una donna

 

 
Assieme al fratello Alfredo, secondo i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Bologna era «costantemente in contatto con gli altri associati (e della famiglia Grande Aracri) in particolare per la commissione su richiesta di delitto di danneggiamento o minaccia a fini estorsivi, commettendo una serie di reati».

Nel 2016, all'inizio del processo, lo stesso Amato aveva affisso un cartellone provocatorio davanti al tribunale di Reggio Emilia, scritto a pennarello e pieno di invettive. Amato si era autodenunciato poi in aula definendosi l'autore di quel cartellone in cui, diceva, «era anche contenuto il nome dell'autore delle presunte minacce al presidente del tribunale di Reggio Emilia Cristina Beretti», per le quali sono state arrestate nelle scorse settimane due persone, tra le quali un sacerdote. Il processo Aemilia ha visto il 31 ottobre la conclusione del suo dibattimento, con 118 condanne per oltre 1.200 anni di carcere e altre 24 in abbreviato: tra questi anche l'ex calciatore Vincenzo Iaquinta (due anni per reati di armi, ma senza aggravante mafiosa) e 19 per il padre Giuseppe.

Sempre in abbreviato, sono già definitive in Cassazione le condanne per i promotori dell'associazione a delinquere di stampo mafioso contestata dalla Dda, che nel 2015 fece scattare oltre 160 arresti, assestando un forte colpo alla «Ndrangheta imprenditricè.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 5 Novembre 2018, 12:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Francesco Amato, chi è il sequestratore braccio della cosca emiliana
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-11-05 17:03:18
scusatemi ma chissenefrega chi è questo tipo qui (non leggo neanche l'articolo), uno che prende in ostaggio innocenti deve essere eliminato e basta.
2018-11-05 14:08:31
dai salvì non puoi negare un condono ad un delinquente (perchè un sequestratore è un delinquente) datti da fare a svuotare le carceri gli immobili sevono per fare hotel di lusso altro che case di pena