Quando un governo va in crisi la coerenza diventa un lusso per pochi

PER APPROFONDIRE: crisi, governo, lettera
Egregio direttore,
questa politica ti riporta ai tempi in cui i film comici spadroneggiavano al cinema. Senza dilungarsi troppo abbiamo il Salvini con la sua Lega che presenta una mozione di sfiducia in Parlamento nei riguardi del premier Conte e quindi presumo il suo governo; sarebbe tutto in regola se non che la Lega è parte in causa quindi mi sembra una sfiducia a se stessi. Detto questo in concomitanza con il titolo dell'articolo la proposta dei 5 Stelle incentrata nella riduzione dei parlamentari non è poi dissimile al progetto Renzi che col il suo referendum, poi bocciato, proponeva l'eliminazione addirittura di un ramo del parlamento quindi una riduzione cospicua dei senatori? Probabilmente si pensa che il cittadino abbia la memoria corta e quindi si cerca di farsi belli agli occhi del cittadino elettore.
Giuliano R.
Cittadella (Pd)

Caro lettore,
francamente penso che se non proprio tutti i cittadini, qualcuno la memoria corta pero c'è l'abbia. Ma in fasi come quelle che stiamo vivendo, la memoria ai politici interessa assai poco. Sono tutti o quasi protesi al futuro, il loro naturalmente. Non si spiegherebbero altrimenti le evoluzioni da pattuglia acrobatica a cui stiamo assistendo in questi convulsi giorni agostani. Per cui, ad esempio, chi spergiurava che mai e poi mai si sarebbe alleato con quell'altro ( brutto, sporco e cattivo), oggi che in gioco c'è la sopravvivenza del suo gruppo politico, con un'abile piroetta ci spiega che, nell'interesse superiore del Paese, avrebbe cambiato idea e che forse i 5 stelle non sono così malvagi come si credeva e magari un qualche accordo anche con loro lo si può trovare. Ma non dobbiamo stupirci: quando un governo va in crisi, le crisi di coscienza in Parlamento si moltiplicano. E la coerenza diventa un lusso per pochi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Agosto 2019, 05:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Quando un governo va in crisi la coerenza diventa un lusso per pochi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 8 commenti presenti
2019-08-13 15:40:39
Renzi chi ? Quello che si ritirava dalla politica se il SUO referendum veniva bocciato ? Apposto
2019-08-13 15:35:35
Perché non ci chiediamo invece: 1-chi ha provocato la crisi di questo Governo? Non certo il M5S che è ancora al suo posto. 2-quali sono le ragioni, quelle vere, che hanno indotto a promuovere questa crisi? Non saranno per caso alcuni Provvedimenti di Legge del M5S importanti e temuti come la Riforma della Giustizia, collegata alla Prescrizione e la riduzione del numero dei Parlamentari, ossia le famose “cadreghe”, all’ultimo passaggio al Senato? Se alcune Forze politiche stanno lavorando intensamente in questi ultimi giorni, qui non si tratta di abili piroette, è perché si sono rese conto del pericolo che corre la Democrazia in Italia dopo aver sentito qualcuno pronunciare le parole gravissime e pericolosissime “voglio i pieni poteri”. Per fortuna che in Parlamento ci sono ancora persone serie e responsabili che antepongono i Diritti e i bisogni dei Cittadini agli interesse di Partito.
2019-08-13 15:12:17
1-Faremo un'opposizione costruttiva..ecc.suggerendo miglioramenti e votando a favore di provvedimenti che siano nell'interesse esclusivo della nazione. 2-non siamo ne' favorevole ne'contrari, decideremo di volta in volta , niente inciuci. Poi il crollo dopo la votazione TAV...che rispetta questi assunti. 3-Mi preparo i pop Corn... Ehhh la' che menagramo attendista..INFATTI!