M5S, dalla guerra al reclutamento: ora i 5 stelle cercano giornalisti

Sabato 10 Marzo 2018 di Simone Canettieri
2
I giornalisti saranno pure «cattivi» e quindi i neo parlamentari «non devono parlare con loro», ma se passano dall'altra parte della barricata, allora sì, che servono. E così il M5S passa dal rifiuto e al reclutamento. In queste ore il capo della comunicazione Rocco Casalino ha inviato nelle chat dei giornalisti (cattivi) quattro proposte di lavoro differenziate.

La prima riguarda l'ufficio stampa del M5S: occorre essere iscritti all'Albo dei giornalisti (che il M5S vuole abolire) non avere più di 45 anni ed esperienze alle spalle. Poi ci sono posti anche per l'area commissioni parlamentari. Qui il test di ingresso da allegare nel curriculum prevede anche un post da 1.500 battute in cui "il M5S commenta il risultato ottenuto alle ultime elezioni".

Infine altri due ambiti: area social e area video. Tutti i giornalisti  interessanti possono inviare una mail a m5s.candidature@gmail.com.  Ultimo aggiornamento: 11 Marzo, 00:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci