Elon Musk, il suo Starlink che aiuta l'Ucraina non piace alla Cina: è considerato una minaccia per la sicurezza

In un documento i ricercatori del Beijing Institute of Tracking and Telecommunications Technology riconoscono un enorme potenziale per le applicazioni militari

Giovedì 26 Maggio 2022
Elon Musk, il suo Starlink che aiuta l'Ucraina non piace alla Cina: è considerato una minaccia per la sicurezza
2

La Cina ha bisogno di un'arma "hard kill" per distruggere i satelliti Starlink di Elon Musk, ha dichiarato un'università statale con stretti legami con il regime comunista del Paese. Lo riporta il Telegraph. I ricercatori del Beijing Institute of Tracking and Telecommunications Technology hanno definito Starlink una minaccia per la sicurezza nazionale cinese a causa del suo «enorme potenziale per le applicazioni militari». I satelliti Starlink si sono rivelati preziosissimi per le comunicazioni dell'esercito in Ucraina

Starlink è il progetto di connettività globale di Elon Musk, costituito da migliaia di satelliti in orbita vicino alla Terra accoppiati a terminali che forniscono agli utenti un accesso a Internet ad alta velocità.

 

 

 

In un articolo pubblicato sulla rivista cinese Modern Defence Technology, il team di cinque accademici afferma che Starlink potrebbe essere utilizzato dall'esercito statunitense e chiede alla Cina di sviluppare armi per distruggere la rete di connettività Internet. Il documento afferma che: «È necessario sviluppare ulteriormente le tecnologie correlate».

 

 

 

Si dice che la Cina dovrebbe «sviluppare contromisure» ed essere pronta a «usare una combinazione di tecniche soft kill e hard kill» contro la rete satellitare.

La spinta anti-Starlink è necessaria per la Cina, si sottolinea «per mantenere e ottenere vantaggi spaziali nell'agguerrito gioco spaziale».

 

Ne avevamo parlato in questa puntata del podcast Zoom:

Dmitry Rogozin, capo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, ha dichiarato a marzo che Starlink non è più una tecnologia «puramente civile» dopo che Musk ha risposto direttamente su Twitter alle richieste del governo ucraino di accedere ai suoi satelliti. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci