Sedicenne in coma da 9 mesi dopo l'incidente si sveglia. La famiglia: «È un miracolo di Natale»

Nove mesi fa Angel è stato investito da un veicolo Tesla e sbalzato via riportando un grave trauma cranico

Venerdì 9 Dicembre 2022
Sedicenne in coma da 9 mesi dopo l'incidente si sveglia. La famiglia: «È un miracolo di Natale»

Per i medici e la famiglia è già stato soprannominato "il miracolo di Natale". Ángel Figueroa, 16 anni, in coma da 9 mesi dopo un incidente d'auto si è svegliato nella clinica dove è in cura a Orange County (Stati Uniti). Il giovane ancora non può parlare e a malapena riesce a muoversi, ma il fatto che abbia ripreso coscienza ridà speranza alla famiglia. 

Donna in coma si sveglia: per i medici era spacciata dopo il davastante urto col carrello delle montagne russe. Voleva recuperare il cellulare

L'incidente

Nove mesi fa Angel aveva avuto un grave incidente d'auto. Stava andando sullo skateboard su Stetson Avenue, Hemet (California) quando un veicolo Tesla con a bordo 3 ragazzi lo ha urtato e spinto via. Il ragazzo è stato sbalzato a qualche metro di distanza, riportando un grave trauma cranico. Operato d'urgenza, una parte del suo cranio è stata rimossa ed è rimasto in coma per 9 mesi.

Esce dal coma con capacità artistiche incredibili mai avute: «Nessuna spiegazione medica a quanto avvenuto»

Il risveglio

Per i medici si tratta di una guarigione miracolosa ma sono fiduciosi: la ripresa di coscienza sarà graduale. Il ragazzo dovrà rimparare gesti semplici come aprire gli occhi, muoversi e parlare. «Non può rispondere o comunicare con noi, ma solo fare piccoli movimenti ci dà un segno di speranza. C'è speranza che ne uscirà», ha detto la zia Belki Brizuela. Dopo l'operazione subita il ragazzo era rimasto molto provato: «Non riuscivo a riconoscerlo, era così gonfio. La sua testa era davvero grande. Avevo così tante cicatrici e lividi ovunque, e tagli». 

I ragazzi che hanno causato l'incidente sono stati rintracciati dalla polizia. Il ragazzo al volante è stato arrestato e sta scontando una pena di 6 mesi in un centro di detenzione minorile, gli altri tre coinvolti sono agli arresti domiciliari.

 Alessia Grimaldi morta sull'A14 a 23 anni. Il padre: «Chiedeva aiuto al telefono con il fidanzato, poi l'impatto»

Ultimo aggiornamento: 20:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci