Cina, stop limite due figli per coppia. Il governo allenta le politiche di pianificazione familiare: se ne potranno avere 3

Lunedì 31 Maggio 2021
Pianificazione familiare in Cina
1

Il governo cinese consentirà alle coppie di avere fino a tre figli, allentando così le rigide politiche di pianificazione familiare per evitare la crisi demografica che sta colpendo il Paese. La massima leadership del Partito comunista cinese, secondo l'agenzia di stampa statale Xinhua, avrebbe preso questa decisione lunedì in una riunione. Una mossa progettata per combattere l'invecchiamento della popolazione che arriva tre settimane dopo che Pechino ha pubblicato il suo censimento del 2020, dove è emerso che la popolazione cinese stava crescendo al ritmo più lento degli ultimi decenni. Secondo il National Bureau of Statistics cinese,infatti, la popolazione è aumentata solo del 5,38% negli ultimi dieci anni, il tasso di crescita più lento almeno dagli anni '60.

La politica cinese del figlio unico è stata introdotta nel 1979 e per più di 35 anni ha limitato le coppie a un solo figlio, mentre il paese cercava di affrontare la sovrappopolazione e alleviare la povertà. L'economia cinese è cresciuta negli ultimi anni e le sue esigenze demografiche sono cambiate. Oggi il governo fa affidamento su una forza lavoro numerosa e giovane per sostenere alti livelli di crescita economica. Nel tentativo di evitare una crisi demografica, il governo cinese ha annunciato nel 2015 che avrebbe allentato le restrizioni alla nascita per consentire fino a due figli per famiglia. I media statali hanno cercato di raccogliere sostegno per la campagna.

Nel 2018, il portavoce del Partito Comunista People's Daily ha pubblicato una rubrica a tutta pagina dal titolo: "Il parto è una questione di famiglia e anche una questione nazionale". Tuttavia, l'inversione della politica non è riuscita ad aumentare il tasso di natalità del paese, che è diminuito di quasi il 15% su base annua nel 2020. Alcune coppie hanno affermato che l'aumento del costo della vita in Cina rende troppo costoso avere un secondo figlio . Allo stesso tempo, la popolazione cinese sta invecchiando rapidamente, mettendo a rischio la sua crescita economica. I dati del censimento del 2020 hanno mostrato che la percentuale della popolazione di età superiore ai 65 anni è aumentata rapidamente nell'ultimo decennio, dall'8,87% nel 2010 al 13,5% nel 2020.

 

Il governo cinese ha anche discusso dell'innalzamento dell'età pensionabile nel tentativo di affrontare l'invecchiamento della forza lavoro. Attualmente gli uomini vanno in pensione a 60 anni, mentre le donne possono smettere di lavorare a 55 per i colletti bianchi. Resta da capire quando la nuova politica entrerà in vigore.

 

Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 00:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA