Pratiche edilizie più veloci in Veneto, tutto grazie al fascicolo unico

Sabato 27 Novembre 2021 di Paolo Guidone
Pratiche edilizie più veloci in Veneto, tutto grazie al fascicolo unico

Addio alle pratiche edilizie ingarbugliate e ad accessi agli atti interminabili. Si parte da 14 Comuni e dopo sei mesi di sperimentazione si tireranno le somme con l'obiettivo di estendere il protocollo a tutto il Veneto. Il progetto pilota del fascicolo unico edilizio è il frutto della stretta collaborazione tra Anci, Regione Veneto e della Consulta regionale dei Geometri. Il protocollo appena siglato sarà inizialmente attuato nei due maggiori Comuni di tutte le sette province venete e consentirà alle Amministrazioni comunali di utilizzare le competenze di professionisti provenienti dal Collegio regionale dei Geometri che avranno il compito di snellire i tempi delle pratiche edilizie. La digitalizzazione dei fascicoli edilizi e l'inserimento dei dati attraverso un sistema informativo territoriale (Gis), permetteranno ai committenti, ai progettisti e alle imprese di costruzione una rapida consultazione dei dati accessibili dai portali delle Amministrazioni comunali e l'immediata individuazione di un fabbricato e di dati collegati quali la concessione, l'agibilità o il permesso di costruire. I dati contenuti nel fascicolo potranno essere messi a disposizione della Regione.


Mario Conte sindaco di Treviso e presidente dell'Anci Veneto: «Riusciremo a ridurre i tempi di una pratica edilizia che in genere sono talmente lunghi da arrivare a far perdere delle opportunità ai nostri cittadini, come sta avvenendo il questo periodo con le pratiche riguardanti il Superbonus 110% o il bonus facciate». «È una sperimentazione che contiamo di poter allargare già dai prossimi mesi a tutti i 563 Comuni del Veneto», sottolinea Francesco Calzavara, assessore al bilancio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA