Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maturità, dalla guerra al caro energia: il toto-tema

Martedì 21 Giugno 2022
Maturità, dalla guerra al caro energia: il toto-tema

(Teleborsa) - Dopo due anni con l'esame di maturità con soli orali, in scia alle restrizioni in atto per contenere la diffusione della pandemia nel nostro Paese, tornano le prove scritte all'esame di Stato per 539.678 studentesse e studenti che da domani saranno alle prese prima con il tema, il giorno seguente con la seconda prova scritta multidisciplinare, diversa per ogni indirizzo di studio e, dal 27 giugno, con il colloquio orale.

E se nel 2020 tutti gli iscritti al quinto superiore hanno avuto la possibilità di svolgere la prova di maturità, nonostante le insufficienze, salvo casi gravi e circoscritti, dall'anno scorso non è più così. Tuttavia il numero di non ammessi, quest'anno, sembra ricalcare molto da quello degli anni passati, anche se ancora non ci sono i numeri ufficiali.

E per quanto riguarda la bocciatura? Sì può essere bocciati alla Maturità ma è decisamente raro. Appena un anno fa, gli studenti bocciati in sede d'esame sono stati appena lo 0,2%. Negli anni precedenti alla pandemia, i bocciati erano stati lo 0,3% degli ammessi nel 2019, lo 0,4% del 2018 e lo 0,5% del 2017, come ricostruisce il portale Skuola.net. Una tendenza decisamente diversa rispetto a quanto accadeva una quindicina di anni fa quando, ad esempio, in occasione della Maturità 2007, i bocciati furono il 2,1% del totale degli ammessi.

Intanto, secondo un'indagine su Studenti.it - alla quale hanno partecipato oltre 14.500 ragazze e ragazzi - l'argomento dell'esame scritto riguarderà tematiche di piena attualità: per il 48% degli intervistati la guerra è la traccia più gettonata; il 14% spera invece di poter sviluppare un testo sulle storie di successo dell'eccellenza italiana nello sport - con le vittorie degli Azzurri alle Olimpiadi e agli Europei - e nella musica, con il trionfo dei Måneskin in tutto il mondo, simbolo di giovani che ce l'hanno fatta, con impegno e sacrificio; il 12%, invece, scommette su una traccia dedicata alla crisi energetica in corso, il 10% sull'ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA