Inps, a fine anno patrimonio in rosso di 904 milioni

Mercoledì 13 Ottobre 2021
Inps, a fine anno patrimonio in rosso di 904 milioni

Saranno 905 i milioni di euro di disavanzo patrimoniale che l'Inps registrerà alla fine del 2021. Lo si legge nella nota di assestamento al bilancio di previsione dell'Istituto approvata dal Civ. Il dato è dovuto al risultato economico di esercizio negativo per 15,4 miliardi. La situazione patrimoniale netta al 31 dicembre 2020 risultava positiva per 14.559 milioni di euro.

Inps, bilancio di previsione

 

 

Nel 2021 l'Inps dovrebbe avere un risultato economico di esercizio negativo per 15,46 miliardi: è quanto risulta dalla nota di assestamento al bilancio di previsione 2021 approvata daI Civ dell' Inps secondo il quale il dato è in miglioramento rispetto al 2020 (25,2 miliardi di disavanzo). Secondo la nota il disavanzo finanziario di competenza sarà di 8,6 miliardi. Le entrate contributive dovrebbero essere pari a 230.844 milioni (+5.694 milioni rispetto al consuntivo 2020) mentre le prestazioni istituzionali dovrebbero ammontare a 363.458 milioni (+3.941 milioni rispetto al consuntivo 2020). In particolare, la spesa per prestazioni pensionistiche è risultata pari a 241.334 milioni (+4.649 milioni rispetto al consuntivo 2020).

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA