Sospesa la cattura dell'orsa "JJ4" in Trentino, il Consiglio di Stato: «È mamma di tre cuccioli»

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Remo Sabatini
L'orsa Jj4 (immagine pubbl da Ansa)

Torna libera, per ora, l'orsa JJ4. Il Consiglio di Stato ha infatti sospeso l'esecutività dell'ordinanza della Provincia di Trento che dispone la cattura e la detenzione dell'orsa del Peller, fino alla discussione collegiale cautelare fissata per il prossimo 19 novembre. Si tratta di un decreto del presidente della Terza Sezione Franco Frattini. Tra le motivazioni della sentenza, l'evidenza che l'orsa è mamma di tre cuccioli  e che la stagione del letargo è molto vicina.

Orsa JJ4, il Tar di Trento non accoglie il ricorso: resta in piedi l'ordinanza di cattura

L'orsa Amarena nasconde i 4 cuccioli e assalta il gregge: fuga con la pecora azzannata

Indicato come non adatto per il benessere dell'animale, poi, anche l'eventuale luogo di detenzione del Casteller: "E' sufficente leggere la relazione 21 settembre 2020 (con gli allegati fotografici) n.3449, del Raggruppamento carabinieri CITES, di sopralluogo presso il luogo di destituzione orsi "Casteller" per la quale questo Giudice rende merito all'iniziativa del Ministro dell'Ambiente  che l'ha ordinata, è scritto nel documento, per osservare che la detenzione presso tale struttura non garantirebbe affatto le adeguate condizioni di benessere cui le norme, anzitutto quelle inderogabili e di valenza costituzionale della direttiva UE, subordinano la custodia di ciascun esemplare di questa specie, essendo ad oggi lontano nel tempo e non stimabile al momento, se mai vi sarà, in cui detta struttura sarà ritenuta "adeguata" da organismi indipendenti".

Video

La decisione del Consiglio di Stato arriva a pochi giorni da quella del Tar di Trento che, invece, aveva respinto le richieste delle associazioni animaliste Enpa e Oipa che ora, commentano: "E' stata una sentenza importantissima ed estremamente articolata e chiara che afferma l'esigenza di una riforma  totale dell'ordinanza che Maurizio Fugatti ha pervicacemente voluto e difeso ricevendo, pochi giorni fa, il sostegno del Tar di Trento".

Di diverso avviso, chiaramente, il presidente della Provincia di Trento, Fugatti: "Se domani mattina JJ4 attaccherà una persona, come purtroppo è già avvenuto, la responsabilità non sarà del presidente della Provincia autonoma di Trento ma di questa decisione, presa peraltro unitariamente, del Consiglio di Stato. Un provvedimento che non fa gli interessi della comunità trentina". L'orsa JJ4, era divenuta nota il 22 giugno scorso quando uno sfortunato incontro con due cacciatori sul monte Peller, era terminato con il ferimento dei due.

© RIPRODUZIONE RISERVATA