Capodoglio di 12 metri trovato morto nel porticciolo: mistero vicino Salerno

Sabato 26 Dicembre 2020 di Remo Sabatini
Capodoglio di 12 metri trovato morto nel porticciolo: mistero a Salerno

Un grande capodoglio è stato rinvenuto morto la notte di Natale, lungo la banchina del porticciolo di Santa Maria di Castellabate, in provincia di Salerno. Il povero capodoglio, lungo quasi 13 metri, era già in avanzato stato di decomposizione. Stato, quest'ultimo, che sta ad indicare che il leviatano è arrivato sin lì trascinato dalla corrente, dopo essere morto al largo. Al momento, le prime sommarie analisi operate sul luogo del ritrovamento, dopo l'immediato intervento della Guardia Costiera, non hanno fatto luce sulle cause della morte che, per ora, restano ignote.

 

Portogallo sotto choc, massacrati 540 cervi e cinghiali: 16 cacciatori accusati di «crimine ambientale»

Tra le ipotesi avanzate, in attesa di ulteriori indagini, quelle legate al Cemv, meglio noto come morbillivirus dei cetacei, virus tipico e pericoloso che ogni anno uccide decine di esemplari, una collisione con un grosso natante o la inconsapevole ingestione di materiale plastico. Il rinvenimento del capodoglio nel porto del Salernitano, segue di pochi giorni il rinvenimento della gigantesca manta trovata morta nei giorni scorsi in un porticciolo del Palermitano. In entrami i casi, almeno per il momento, le cause della morte restano avvolte nel mistero. 

Parco di Veio, scoperto un mammifero rarissimo: «Si tratta del mustiolo etrusco»

Cento cani salvati dalla macellazione in un allevamento illegale coreano. Le drammatiche immagini

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA