Dieta di maggio, come prepararsi alla prova costume: ecco le poche (e semplici) mosse della Piramide alimentare

L'estate è ormai alle porte, e l'ansia cresce. Nessun regime drastico, siamo a maggio, abbiamo tutto il tempo per rimetterci in forma mangiando tanto e bene

Mercoledì 27 Aprile 2022
Dieta di maggio, come prepararsi alla prova costume: ecco le poche e semplici mosse della "piramide alimentare"

Ci siamo, tra pochi giorni entreremo nel mese di maggio, le giornate si allungano e l'ansia da prova costume cresce. Con l'arrivo della bella stagione uomini e donne si preparano all'estate. Per arrivare in perfetta forma però tocca cominciare a pensare fin da ora a rimettere mano al nostro regime alimentare. La dieta di maggio è la soluzione perfetta per recuperare il benessere soprattutto dopo mesi in cui la sedentarietà ha magari preso il sopravvento. Durante questo periodo, complici anche le giornate soleggiate, si è maggiormente portati a stare fuori di casa e meno davanti alla televisione a riempirsi di cibo spazzatura. Il sole stimola anche la voglia di fare corse o camminate alll'aria aperta e questo gioverà anche alla nostra forma fisica. La dieta di maggio è un regime alimentare semplice da seguire complice anche l'aumento di serotonina, dovuto al beltempo che riduce il senso di fame e quindi aiuta a perdere peso in modo rapido e sano senza troppe rinunce.

Dieta a intermittenza, non conta a che ora mangi ma quanto mangi, gli scienziati d'accordo: «Non funziona»

 

Dieta di maggio, il cibo è un alleato

Con l'arrivo del caldo scende la voglia di cucinare di fronte ai fornelli e accendere il forno, per cui si tende a preferire cotture più semplici e fresche limitando il consumo di fritti che non fanno bene e sono causa di accumuli di grasso. Ma per prima cosa dobbiamo capire che Il cibo non è nemico della nostra forma fisica, anzi è la base essenziale per costruire il nostro benessere perché ci fornisce l’energia per lavorare, fare sport, divertirci e stare bene. Quindi: niente diete pesate al milligrammo, niente pasti mono-alimento e nessuna tortura psicologica della mente e dello stomaco: cominciamo a mangiare meglio, in modo più sano ed equilibrato. Abbiamo tutto il tempo per arrivare alla prova costume senza optare per strade drastiche ma puntando su un sano detox

Digiuno intermittente, niente cibo per 16 ore: la moda dei vip che può fare male. Ecco come funziona

Puntare su cibi di stagione

Nella dieta di maggio diventano protagonisti i cibi di stagione. Le macedonie di frutta e verdura, ma anche gli estratti o centrifughe permettono di sgonfiarsi e depurarsi in modo da snellire il punto vita e asciugare i cuscinetti di grasso che si sono depositati nei punti critici. Prediligere alimenti ricchi di vitamine e sali minerali che permettono di combattere la retenzione idrica. 

Gli asparagi ad esempio stimolano la diuresi e hanno poche calorie, oltre a essere perfetti da consumare come contorno di carne o pesce. I piselli e le fave, così come il radicchio, i fagioli sono solo alcuni dei cibi di stagione da consumare nella dieta di maggio. Per quanto riguarda la frutta, le fragole che stimolano il metabolismo e le nespole sono dei cibi di stagione che non possono assolutamente mancare nel regime alimentare.

Tumore alla prostata, scoperti i 5 cibi-scudo che prevengono e bloccano la progressione della malattia: lo studio

Le regole

Ecco le tre regole fondamentali da seguire: 

1 – Mangiamo in quantità normale

Mangiare poco ci lascia senza energie; mangiare troppo ci appesantisce e causa stress. Per limitare le quantità dobbiamo distribuire i pasti perché se lasciamo passare troppo tempo tra un pasto e l’altro poi abbiamo troppo appetito e divoriamo l’impossibile! Quindi: facciamo una colazione ricca e varia, uno snack di metà mattina, un pranzo equilibrato, una merenda per sostenerci nel pomeriggio ed, infine, una cena leggera.

2 – Prima dei pasti mangiare sempre una verdura cruda

Iniziamo i pasti con una bella insalata o con della verdura cruda. Vedrete che i 70/80 grammi di pasta che fino a ieri vi facevano solo il solletico in bocca, dopo l’insalata vi sembreranno magicamente una porzione più che soddisfacente. Idem a cena, dove magari al posto della pasta mettiamo la carne o il pesce.

3 – Beviamo acqua durante tutta la giornata

L’idratazione è importante e aiuta anche a tenere il nostro stomaco impegnato nella digestione – giusto per non farci cadere nella tentazione di riempire quel vuoto con una caramellina o una brioche. 3 consigli facili facili da seguire e che ci aiuteranno in modo naturale e soprattutto duraturo nel tempo a migliorare la nostra alimentazione e a mantenere la forma. Ma bisogna iniziare a seguirli.

Dieta post abbuffate, il segreto è mangiare: ecco i cibi a "calorie negative" che ti rimettono in forma

Frutta, verdura e sport

Ci sono due semplici regole da seguire per perdere i chili di troppo e arrivare preparati per affrontare questo inevitabile appuntamento, che segna l’inizio della stagione estiva. Occorre sviluppare uno stile di vita sano, praticare sport ed esercizio fisico e seguire una dieta bilanciata, povera in grassi e carboidrati e ricca di frutta, verdura e proteine.

 

 

Il segreto della piramide alimentare

 

Oltre ad aumentare il consumo di calorie, dobbiamo anche ridurne il numero che assumiamo con la dieta di maggio. Da qui la necessità di un’alimentazione equilibrata e bilanciata. Sono tantissime le teorie e consigliare un regime alimentare ad ampio spettro è sempre difficile perché è quasi impossibile trovare un regime che vada bene per tutti. Ogni dieta infatti andrebbe seguita dopo essersi consultati con uno specialista che indica uno schema personalizzato sulle esigenze di ogni paziente. Ma volendo dare delle linee guida per il mese di maggio possiamo rifarci a delle regole base. In linea generale, secondo la teoria della “piramide alimentare”, si dovrebbero mangiare principalmente frutta e verdura, carboidrati complessi e proteine per ridurre al minimo i grassi saturi e gli zuccheri semplici. La regola è... dividere per tre!

Dieta Rina, come perdere 25 chili: lo schema dei 4 giorni che ti rivoluzionerà la vita

Dividere tutto per 3

Per avere un’idea pratica occorre dividere il piatto in tre parti: metà del piatto va riempita con frutta e verdura, un quarto con pane, pasta o riso e il rimanente quarto con carne e pesce. Esistono anche alcuni accorgimenti per ridurre il senso di fame e diminuire quindi le calorie assunte con il cibo. Il più comune è quello di tenere sotto controllo il “picco glicemico”, cioè la quantità di zucchero presente nel sangue. Quando abbiamo un elevato quantitativo di glucosio nel sangue, il pancreas produce l’insulina che lo farà entrare nelle cellule molto rapidamente, per cui lo stato di sazietà durerà poco (circa 30 minuti). La restante parte dello zucchero che non potrà entrare nelle cellule, verrà trasformato in grasso. Il “rapido ingresso” dello zucchero nelle cellule porterà nelle ore successive a una drastica riduzione dello zucchero stesso nel sangue, con il rischio di ipoglicemia. Si avvertirà così il bisogno di assumere nuovi alimenti. La cosa importante per vivere bene è quindi avere una glicemia il più costante possibile durante il giorno. Tutto ciò porterà a non avere sbalzi glicemici caratterizzati dalla tipica sonnolenza del dopo pranzo e da giramenti di testa ma, cosa ancora più importante, si potrà mangiare senza ingrassare!

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 30 Aprile, 13:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA