Ragazzo di 27 anni si toglie la vita a Silvi, è il quinto suicidio

Giovedì 28 Maggio 2020
Ragazzo di 27 anni si toglie la vita a Silvi, è il quinto suicidio

Un ragazzo di 27 anni (G.L.C.) si è tolto la vita a Silvi Marina (Teramo). E' stato ritrovato alle 21 di ieri sera nella sua abitazione. Si sarebbe impiccato. Nessuno riesce ancora a capacitarsi del perché di un gesto così drammatico ed estremo.

LEGGI ANCHE Scia di suicidi, due in poche ore: Teramo è sotto choc

Si tratta del quinto suicidio in provincia di Teramo in meno di due settimane. Il 15 maggio a Bellante, paese vicino Teramo, si è tolto la vita, con motivi inspiegabili, un giovane papà, che faceva l’elettricista. Il 40enne è stato trovato impiccato in un container. Al suo fianco solo un breve messaggio per salutare l’attuale compagna. Lascia una bimba piccola.

LEGGI ANCHE Ragazzo 19enne muore lanciandosi dal viadotto dell'A14 in Abruzzo. Su fb il video choc: «Non voglio vivere più»

Il 20 maggio un'altra tragica morte a Teramo: un’aiuto cuoca  33 anni è stata trovata impiccata nella sua abitazione dopo essere finita fuori strada con l'auto ed esserci procurata molte ferite. Questo ha raccontato al telefono a un'amica dopo essere ritornata a casa da uan serata passato con amici a bere un drink. Poi più nulla per 19 ore, neanche un collegamento su Facebook dove la 33enne era presente spesso. Sulla sua morte è stata aperta un'indagine.

La sera del 21 maggio un uomo di 62 anni si è lanciato dal ponte San Ferdinando, a Teramo.  A dare l’allarme è stata una coppia di passanti che lo avevano visto gettare a terra un ombrello bianco e blu,  arrampicarsi sul parapetto del ponte, allargare le braccia e buttarsi nel vuoto facendo un volo di 12 metri. Anche in questo caso nessuno riesce a dare una spiegazione al tragico gesto.

LEGGI ANCHE Teramo, donna trovata impiccata: nell'ultimo giorno un buco di 19 ore

Infine la morte più agghiacciante e inspiegabile, avvenuta  il 25 maggio. Verso l’ora di pranzo, in contrada Borea San Domenico,  frazione di Atri, sempre in provincia di Teramo, si è tolto la vita impiccandosi a un albero un papà di 55 anni. «Vado un’oretta nell’orto, ho delle cose da fare e torno per pranzo» aveva detto alla moglie. Quanto non lo ha visto rincasare ha mandato una delle figlie a cercarlo. La ragazzina lo ha trovato senza vita appeso con una corda a un albero. Le sue grida disperate hanno attirato i vicini, ma per l'uomo ormai non c'era più nulla da fare. Non ha lasciato lettere per spiegare il suo gesto, ma tutti in paese dicono che aveva preso male la cassa integrazione.

 
 

 
 
 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci