Mestre. Il nuovo quartiere di lusso: sei condomini residenziali con darsena privata e "bosco verticale". Prezzi da 260 mila a 420mila euro per gli attici

1 di 4
Mestre. Il nuovo quartiere di lusso: sei condomini residenziali con darsena privata e "bosco verticale". Prezzi da 260 mila a 420mila euro per gli attici
MESTRE - Partono in questi giorni i lavori per...

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO
 
ANNUALE
49,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
2 ANNI
99,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilgazzettino.it

1 Anno a 9,99€ 69,99€

oppure
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
  • Dirette esclusive

MESTRE - Partono in questi giorni i lavori per costruire l'ultimo pezzo rimasto libero del quartiere Pertini, l'angolo a Nordest che confina con il bosco dell'Osellino, l'istituto tecnico Gritti e con i canali scolmatori Acque Alte e Acque Basse. Non sarà un altro Peep per edilizia popolare - ormai di quelli non se ne fanno più - ma un complesso di sei condomini residenziali di lusso, con prezzi che varieranno da 260 mila euro per un appartamento da 98 metri quadrati al primo piano fino ai 420 mila euro per gli attici da 136 metri quadrati al sesto piano (tutti con garage e lavanderia inclusi nel prezzo). Sette piani per ogni edificio più uno interrato per un numero di appartamenti che varierà da 84 a 108, a seconda delle richieste degli acquirenti per la personalizzazione degli spazi. Le forme ricordano molto quelle del Manuzio Palace di viale San Marco, e infatti il progettista è lo stesso, l'architetto Giovanni Zanetti: ampie terrazze con molte piante (sulla falsariga dei boschi verticali di Milano) e impianti energetici all'avanguardia sono le caratteristiche più evidenti del complesso che sarà pronto per il terzo trimestre del 2025 dato che l'inizio lavori, previsto prima a settembre 2023 e poi lo scorso gennaio, è slittato di qualche mese.

1 di 4
«Chiusi dentro il supermercato con il terrorista armato»: la testimonianza choc del fisioterapista trevigiano
I sintomi della febbre, poi il tracollo: Giovanni muore a 17 anni
Europee, la Lega ha deciso: 6 veneti dietro al generale Vannacci - I nomi
IperTosano riapre il polo logistico dell’ex Geodis, assunzioni in vista
«Sono el paròn de Cà Tron»: il "bullo" taglia l'asfalto e scava una trincea. Sequestrato il cane che spaventava i vicini