Chiusure domenicali, a rischio 200 posti

PORDENONE - A livello nazionale ormai è conosciuta come laProposta Di Maio. Banalmente si tratta di una misura - per orapaventata - in grado di rivoluzionare l'impianto della riformavoluta nel 2011 dall'allora premier Mario Monti, cheliberalizzò l'apertura nei giorni festivi dei negozi edei centri commerciali figli della grande distribuzione. Ora ilgoverno giallo-verde vuole fare marcia indietro e impedire almenoil 75 per cento delle aperture festive. Ma che impatto avrebbel'eventuale approvazione della misura governativa a livelloprovinciale? Il territorio pordenonese ospita, soprattuttosull'asse della pontebbana, diversi grandi centri commerciali.La stima di Federdistribuzione è relativa proprio aglieffetti che provocherebbe la chiusura domenicale coatta, e solonella Destra Tagliamento sarebbero a rischio almeno duecento postidi lavoro. A livello nazionale si parla invece di 40 mila posizioniin bilico. 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain