Corri-Amo: marcia per i bambini lavoratori e di strada in Bangladesh

Presentazione marcia

di Vittorino Bernardi

THIENE – Ambasciatrice Unicef da oltre 20 anni, la scuola elementare Salcerle ha organizzato per domenica 23 aprile, con il sostegno dell’amministrazione  comunale, la prima marcia non competitiva di 5 chilometri “Corri-Amo. Le Scalcerle”. Una marcia aperta a tutti, a scopo benefico: il ricavato andrà a sostenere il progetto “Bangladesh: proteggere i bambini lavoratori e di strada” che da anni l’Unicef di Vicenza sta seguendo, riuscendo a cambiare la vita a tanti bambini in difficoltà. La partenza è fissata alle 9 dal cortile interno alla scuola: i marciatori percorreranno le vie Rasa, Corso Campagna, dei Morari, delle Pioppe e dei Ciliegi per tornare in centro transitando per le vie Cappuccini, Biancospino e dell’Eva, con arrivo in piazza Scalcerle dove alle 11 è prevista l’esibizione degli sbandieratori “Alfieri della Regina” di Piovene Rocchette. Domenica il corpo docente con i circa 270 alunni della scuola e le loro famiglie indosseranno le scarpe da running per partecipare alla marcia e vivere una mattina all’insegna del movimento all’aria aperta per una nobile finalità. «Ringrazio la scuola elementare Scalcerle – commenta Giampi Michelusi, assessore allo sport -, da una ventina di anni ambasciatrice Unicef, per avere organizzato questo evento che offre alla città un segnale forte di sensibilizzazione e solidarietà verso i bambini meno fortunati dei nostri.  L’iniziativa è un momento di aggregazione e soprattutto di spunto per meditare sui gravi problemi che affliggono l’umanità intera e che, troppe volte, sono ignorati, mettendo in atto un aiuto concreto. Invito la cittadinanza a partecipare numerosa e a sostenere l’evento».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Aprile 2017, 14:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Corri-Amo: marcia per i bambini lavoratori e di strada in Bangladesh
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti