Banditi al "Don Calabria": scatta
l'inseguimento con sparatoria

foto d'archivio
VERONA - Un cittadino marocchino di 42 anni e un tunisino 33enne, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona dopo un rocambolesco inseguimento per le vie del quartiere di San Massimo, durante il quale i poliziotti hanno anche esploso numerosi colpi in aria per convincere i banditi a fermarsi.

Gli agenti sono intervenuti dopo la segnalazione, arrivata al 113, di sei banditi incappucciati che si erano introdotti al Centro polifunzionale "Don Calabria". Le Volanti hanno intercettato un'auto con a bordo tre persone, che non si è fermata all'alt. È iniziato così un inseguimento ad alta velocità, tra pericolose manovre contromano e passaggi con il semaforo rosso, con vari colpi di pistola esplosi in aria dagli agenti. L'auto dei banditi è uscita di strada e la fuga è continuata a piedi, finché non sono stati arrestati due malviventi dopo una colluttazione nella quale un poliziotto è rimasto ferito (la prognosi è di dieci giorni). Il terzo bandito e gli altri tre complici invece hanno fatto perdere le loro tracce.

Sull'auto sono stati sequestrati un panetto con 85 grammi di hashish, una pesante sbarra di ferro e arnesi da scasso, mentre all'esterno del Centro polifunzionale è stata recuperata la refurtiva abbandonata all'inizio della fuga: un televisore al plasma, una cassa stereo e il cassetto di un registratore di cassa. Il giudice ha convalidato l'arresto disponendo la misura dell'obbligo di firma fino al processo fissato all'inizio di luglio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Febbraio 2016, 19:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Banditi al "Don Calabria": scatta
l'inseguimento con sparatoria
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2016-02-19 21:00:57
Vuoi mettere un poliziotto con 10 gg. di prognosi s.c. e l'obbligo di firma fino a luglio?
2016-02-20 10:23:39
Carcere duro al Fango
2016-02-20 12:19:15
Rassegnatevi,fino a quando in questo stato si fanno le leggi ( svuota carceri ),che per un reato che prevede pene fino a 5 anni non si va in galera,fino a quando un minore di 14 anni non e' imputabile x legge ( il solo paese al mondo ),dove vagliamo andare ? Vorrei solo dire un grazie alle nostre forze dell'ordine,che combattono una lotta impari contro tutti i delinquenti del mondo.
2016-02-20 17:48:03
Ma "obbligo di firma" è più di "arresti domiciliari"?