Propaganda pro Isis, webterrorist
fermato all'aeroporto Marco Polo

PER APPROFONDIRE: aeroporto, isis, terrorista, venezia, web

di Monica Andolfatto

MESTRE - Webterrorist intercettato al Marco Polo. Doveva rientrare a casa in Bangladesh. Partenza da Tessera, scalo a Istanbul, arrivo nella capitale Dakka. Ma quando si è presentato al check-in e alla verifica passaporto quel volo non lo ha più preso. Già perché H.M. bengalese di trent’anni, negoziante residente a Grado, era segnalato dalla Direzione centrale anticrimine della polizia come soggetto potenzialmente pericoloso e operativo in Rete come sostenitore dello stato auto proclamato di Daesh.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Febbraio 2016, 08:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Propaganda pro Isis, webterrorist
fermato all'aeroporto Marco Polo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2016-02-13 08:52:08
# Ah,ecco perchè le ultime volte che arrivavo da Istanbul mi hanno fatto fare 2 ore di coda con controlli minuziosi (già fatti 2 volte,alla partenza e al transito)e senza nessuna toilette nelle vicinanze.La prossima volta faccio pipi sulla moquette.
2016-02-13 09:25:47
Spero che gli tolgano negozio e residenza,per lo meno.
2016-02-13 09:47:04
invece che arrestalo a Venezia, dovevano arrestarl a Dakka e lasciarlo lì per 50 anni
2016-02-13 10:05:25
Perchè tali soggetti - tutelati dal club Casson-Renzi-Boschi(ancora x poco)-Boldrini-Vendola-Fassina - non vengono rimpatriati prima una volta accertate le tendenze filo-isis?
2016-02-13 10:31:57
Grazie a Renzi & Co. qui scorrazzano tutti i delinquenti del mondo.