Vacanza choc: in galera in Thailandia
per aver portato 2 pastiglie di Xanax

PER APPROFONDIRE: chioggia, droga, prigione, thailandia, xanax
Vacanza choc: in galera in Thailandia  per aver portato 2 pastiglie di Xanax
CHIOGGIA - Disavventura per un turista di Chioggia in Thailandia. Aveva portato con sè delle pastigle di Xanax come calmante  ed è finito  in galera. Ha dell'incredibile quanto successo al  50enne chioggiotto  partito per l’antico Siam assieme alla sua compagna e a un'altra coppia di amici. I quattro non si sono trovati bene nella pensione dove erano alloggiati e avevano così deciso di cambiare alloggio.

Ne sarebbe sorta una discussione con l’albergatore ed  è arrivata anche la Polizia thailandese. Durante i controlli un agente all'interno del passaporto del  turista veneziano avrebbe  trovato alcune pastiglie di Xanax. Scoperta sconvolgente: lo Xanax in Italia è un normale tranquillante, ma in Thailandia è considerata una droga. Il cinquantenne è stato così ammanettato e portato in  cella. La sua compagna - comprensibilmente sconvolta - ha cercato disperatamente di contattare l'ambasciata italiana trovando però problemi.

Al turista veneziano è stato  detto che rischia 5 anni di carcere: è scoppiato il panico. Poi, pagando prima duemila euro di cauzione e quindi - a suo dire -  alcune "busterelle", è riuscito  ad avere un processo che si è concluso  con 250 euro di multa. Intanto è rimasto in prigione 3 giorni in condizioni allucinanti. 

"Mai più uscirò dall'Unione Europea!" ha promesso al suo rientro in Italia il 50enne.

Tutti i particolari sul Gazzettino di Venezia-Mestre in edicola il 10 febbraio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Febbraio 2016, 16:36






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vacanza choc: in galera in Thailandia
per aver portato 2 pastiglie di Xanax
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 57 commenti presenti
2016-02-09 16:43:08
"Mai più uscirò dall'Unione Europea!" - non ti preoccupare... vengono loro da noi! I nuovi italiani modello Casson-Renzi-Boschi-Boldrini-Vendola-Fassina...
2016-02-09 16:45:12
se non sai viaggiare è meglio che tu non esca neanche da chioggia !!!!
2016-02-09 16:46:06
Follia! Pensare che spesso il Xanax me lo porto via pure io in aereo. Certo è che dover pagare bustarelle per uscire di prigione... l'ambasciata italiana che ha fatto in proposito?
2016-02-09 16:46:43
Beh,tutto sommato è andata bene (250 euro e some '' tea money di prassi). Le farmacie che lo vendono sottobanco (ed equivalenti) devono sborsare mo0000lto di più. Il fatto è che i sedadivi vengono spesso usati dalle ragazze e ragazzi per addormentare i clienti e rubargli tutto.La giunta militare è molto dura in questo,è stato fortunato di trattare con la polizia.
2016-02-09 16:49:29
Mia figlia che viaggia spesso, porta sempre con sè la ricetta, tradotta in inglese, con la formulazione, di ogni farmaco di cui fa uso (fosse anche aspirina) con timbro del medico. Dubito comunque che la polizia abbia fermato questa persona per sole due compresse, anche se so che in Thailandia non scherzano con l'import di sostanze mediche, cosa che il paziente dovrebbe aver saputo. O allora è uno sprovveduto.