Martedì 11 Luglio 2017, 20:48

Lupi, linea dura della Regione: via dal piano di protezione Ue

PER APPROFONDIRE: caccia, lupo, regione, veneto
Lupi, linea dura della Regione Veneto  via dal piano di protezione della Ue

di Alda Vanzan

Il rischio è di dover restituire come minimo i 430mila euro avuti dall’Unione europea - e già spesi - ma la decisione politica ormai è presa: il Veneto deve uscire dal “Wolf Alps”, il progetto cui la Regione ha aderito nel 2013 e che punta alla conservazione e alla gestione del lupo. Solo che i lupi, in Veneto, stanno creando un po’ di guai: i casi di animali di allevamento sbranati sono in aumento, senza contare che nei paesi la gente comincia da avere paura. È così che Sergio...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lupi, linea dura della Regione: via dal piano di protezione Ue
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-07-12 11:09:30
Quando queste menti "eccelse" si accorgeranno dei danni che stanno procurando agli allevatori, al turismo (chi di solito va in montagna con il proprio cane specialmente comincia a pensarci due volte) ecc. ecc.??? forse mai. ma allora vogliamo o no cominciare a chiedere conto a questi Politici delle loro "fesserie"?
2017-07-12 08:43:05
E buttiamoli stì soldi, ci abbiamo provato ma chi se ne frega se sperperiamo denaro pubblico ... avanti così! Ma il buonsenso nei politici è di casa?
2017-07-12 07:55:33
Bravi potevate lasciarli dov'erano visto che quelli autoctoni erano estinti. stessa cosa per l'orso ma ...... siccome siamo animalisti allora ben venga. no non si tratta di animalisti ma di quattrini come al solito.
2017-07-11 22:56:24
... i lupi hanno dimostrato nei secoli che non hanno bisogno della protezione dell'uomo ma solo del suo rispetto e magari tanto disinteresse nei loro confronti.. va altresì detto che i pochi lupi veri " indigeni " si trovano al centro sud della penisola.. quelli veneti sono extracomunitari d'importazione senza papiers e passaporto ovvero migranti spintanei generatori di affari che di naturale hanno ben poco.. insomma la solita storia delle vipere, dei cinghiali, degli orsi e via discorrendo.. la pseudo ecologia anni sessanta ora presenta il conto.. un conto non solo economico ( il che sarebbe il meno ) ma di sangue ( ora si procederà al riequilibrio massacrandoli in modo eutanasiaco e con piombo verde con loro gaudio maximun come sta succedendo con i maiali euganei )...