Il killer dell'ex manager della Moncler
indagato nell'89 per delitto fotocopia

Il killer dell'ex manager della Moncler
indagato nell'89 per delitto fotocopia
PADOVA - Renato Rossi, il 68enne ferrarese che ha confessato l'omicidio a Padova di Ezio Sancovich, di 62 anni, fu indagato 26 anni fa per un altro delitto compiuto con una tecnica quasi analoga, sempre nel Padovano. Per quell'assassinio, Rossi venne in seguito prosciolto. Ventisei anni fa, l'uomo che oggi abita a Martellago in provincia di Venezia, finì nell'inchiesta sulla morte del commercialista estense Luciano Forlani, ucciso la mattina del 21 dicembre 1989 - allora come per l'assassinio dell'ex manager della Moncler

e suo socio in affari- con tre colpi di pistola a bruciapelo che lo freddarono.
Anche quel delitto avvenne nel Padovano, a Piove di Sacco a ridosso della linea ferroviaria. Rossi, cliente di Forlani e suo debitore, fu l'unico indagato per omicidio volontario, accusa dalla quale venne poi però ritenuto estraneo, e l'indagine archiviata dalla procura di Padova, due anni dopo nel 1991. Secondo fonti locali, negli anni successivi Rossi avrebbe gestito attività che gli hanno procurato anche altri guai, soprattutto di carattere fiscale, come la condanna a dieci mesi per violazioni dell'Iva. Ma anche ricettazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 4 Febbraio 2016, 11:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il killer dell'ex manager della Moncler
indagato nell'89 per delitto fotocopia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2016-02-04 23:12:36
Poco furbo.....era riuscito a sfuggire alla giustizia quella volta, non poteva redimersi e comportarsi bene dopo co' tanta fortuna??? Ben gli sta.... Ora giustamente pagherĂ  x entrambi i reati
2016-02-04 16:29:45
@ lillognogna- Prova a fare lo stesso ragionamento anche con le automobili e poi ne parliamo.
2016-02-04 16:02:53
@ Honi soit ..... Vero quelle che scrivi, ma se avesse usato la stessa pistola anche 26 anni fa potrebbero comparare i proiettili. Inoltre leggo dai vecchi articoli del gazzettino che le modalita' degli omicidi sono le stesse e gia' all'epoca si parlava di una P 38, anche se sappiamo entrambi che talvolta si fa confusione giornalistica con i revolver cal 38. L'arma della foto (non so se è di repertorio) presenta il castello molto corroso come se fosse stata sotterrata per molto tempo inoltre se fosse la stessa arma usata per entrambi i delitti sarebbe in calibro 9X19 (arma da guerra) e non 9x21, in quanto in questo calibro (9x21) le P38 sono state inserite nel catalogo nazionale non prima del 2000, per cui il Rossi a dispetto delle foto che pubblica sul suo profilo "feissbuc" di armi ne aveva pochine se dopo 26 anni ha usato la stessa arma.
2016-02-04 15:01:30
Passione per le armi e omicidio. Un binomio attuale. Se uno odia le armi difficilmante va in giro a sparare alla gente.
2016-02-04 14:32:24
e uno così poteva detenere tutte quelle armi?