La sicurezza non è soltanto una questione di pallottole

PER APPROFONDIRE: papetti, sicurezza
Egregio direttore,
seguo i dibattiti sulla legittima difesa e come al solito lo scontro è tra buonisti (che vivono nel mondo dei sogni) e pragmatici (che hanno gli occhi sulla vita reale). Premesso che l'uso delle armi non può essere l'unica soluzione, che sparare anche se per legittima difesa è una tragedia che coinvolge la vittima ma anche chi spara, che usare delle armi da fuoco in casa non è sicuro, infine che uno Stato non può favorire per legge una corsa al riarmo, ritengo che la legge attuale vada rivista dato che i tempi sono cambiati e l'apertura indiscriminata delle frontiere insieme ad una giustizia eccessivamente garantista hanno fatto dell'Italia il paese di Bengodi per bande criminali organizzate e prive i scrupoli. Non ho la soluzione in mano ma credo che incentrare tutto il dibattito sulle armi sia fuorviante. Una pistola in sé non è pericolosa, dipende da chi la impugna. 


Lino Renzetti
San Donà di Piave (Ve)

-- --


Caro lettore,
non è solo un problema di pistole e pallottole. Il fatto è che la legittima difesa in Italia presuppone l'esistenza di un pericolo imminente. In altre parole, se i banditi entrano in un'abitazione, il proprietario è legittimato a reagire, difendersi ed eventualmente sparare, solo se i malviventi dimostrano concretamente l'intenzione di colpirlo. Neppure il fatto che impugnino pistole è sufficiente a giustificare una reazione armata da parte della vittima. È su questo che credo occorra intervenire, fissando il principio che chi entra in una casa per rubare o compiere altri reati deve mettere nel conto di subire le conseguenze di questo suo atto di violenza. Non si tratta di trasformare la legittima difesa in un diritto ad uccidere ma di sancire il diritto che chi viene aggredito in casa propria deve poter reagire e difendersi. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 19 Marzo 2017, 13:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La sicurezza non è soltanto una questione di pallottole
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2017-03-21 08:07:02
Caro direttore se lo vuole mettere in testa che in un paese governato o comunque influenzato da una grande parte di comunisti dal dopoguerra ad oggi e che abolisce ideologicamente la proprieta' privata (tranne la propria) non permetterà che uno possa difendere i beni piu' cari? Bisogna prima abolire la sinistra poi si potra discutere..
2017-03-21 11:59:19
In certi film del futuro l'umanità ha risolto il problema della criminalita' spedendoli con astronavi su altri pianeti lontani dalla terra, ma anche lì c'è sempre qualcuno che paga senza colpa alcuna, altrimenti che razza di film sarebbe?... Nella realtà invece l'umanità cerca di trasformare l'uomo cattivo in uomo buono, ovviamente non rispondendo con la stessa moneta, per capirci. Una persona che è in pace con se stessa lo è anche con gli altri e con il mondo intero. Sempre nel bel film del futuro si vedeva come l'uomo avesse dato meno importanza alla sua breve esistenza (neanche da confrontare alla vita di una stella), pensò che la vera vita senza sofferenze terrene fosse aldilà e qui invece come preparazione per il dopo, che nessuna sa. Vogliamo che gli uomini vivano in pace.
2017-03-21 07:35:04
Sulla carta siamo legislatori raffinati e bizantini...poi in vera situazione ...non si puo' stare a sofisteggiare...prevale l'istinto....altrimenti la controparte agisce brutalmente senza altrettanti arzigogolamenti. Ultimo esempio: la legge sui Daspo dei Sindaci..un capolavoro .Ammonimento, multa , allontanamento .( si' ma dove...in un comune dal Sindaco amico o di partito contrario , giusto per rompegli le ......)finira' che i Sindaci perderanno tempo e i sanzionati se ne fregheranno di multe, ammonimenti, pezzi di carta in mano.Arma da fuoco o non...bisogna , oltre che a possederla, studiare...allenarsi...simulare...in modo da non farsi prendere la mano.Per esempio alcuni si sono procurati legalmente pistolone potenti..e poi il proiettile sparato in alto per allontanare i malviventi ha colpito un parente o lo stesso sparatore.Poi..esistono munizioni a salve per far desitere, a munizione non letale...prima di arrivare alla vera situzione estrema.Mentre dibattiamo in punta di fioretto, gia' si vedono bande catturati con dotazione di armi da fuoco militari dell'est..giubbetti antiproiettile.Si sono fatti furbi ed i telegiornali li vedono pure loro...vantaggio di conoscere le lingue.
2017-03-20 18:20:09
con la Bossi-Fini ci eravamo illusi di mettere un freno alla immigrazione, sia regolare che clandestina, il risultato è sotto gli occhi di tutti, una volta si rubava meno perchè in casa c'era ben poco da rubare, oggi la situazione è cambiata, quindi chi vuole fa bene ad armarsi, ma la legge sulla legittima difesa deve essere modificata, ma secondo me, il vero antidoto alle rapine è l'inasprimento e la certezza della pena, e se non ci sono le carceri se ne costruiscano di nuove.
2017-03-20 16:46:15
Inutile,le leggi sembra siano fatte appositamente per difendere i delinquenti.Troppe son le leggi scritte in maniera fumosa e non chiara e troppi sono coloro che le interpretano in maniera assurda. Le leggi dovrebbero esser scritte chiare senza intrallazzi fatti in maniera che un avvocato o un giudice possano trasformare il giudizio,direi, a proprio piacere. Quando si guarda la Gazz.Uff. o il Codice,occorre tornare al Ginnasio e fare l'analisi logica del discorso!