Rave party abusivo a Valentano, trovato morto il ragazzo scomparso nel lago di Mezzano

Lunedì 16 Agosto 2021 di Marco Feliziani
Rave party abusivo a Valentano, trovato morto il ragazzo scomparso nel lago di Mezzano

E' stato trovato morto il ragazzo di 25 anni scomparso ieri sera nel lago di Mezzano a Valentano (Viterbo), dov'è in corso un rave party. Si tratta di un giovane inglese, nato a Londra ma residente nel Nord Italia. Il corpo è stato trovato poco fa, al termine di ricerche cominciate subito.  Al rave party non autorizzato stanno partecipando migliaia di giovani. 

Sul posto per le ricerche sono intervenuti i carabinieri, la questura di Viterbo e i vigili del fuoco del distaccamento di Gradoli e del comando provinciale di Viterbo, anche con l'ausilio di un gommone dei sommozzatori e un elicottero.

Rave party a Valentano, le polemiche

 

Rave party a Valentano, ragazzo scomparso nel lago di Mezzano

La feste abusiva in uno dei luoghi naturalistici più belli del Viterbese è iniziata venerdì 13 agosto, quando nella notte sono giunti centinaia di giovani che hanno occupato una vasta area privata. Il montaggio di un mega impianto audio e l'inizio dei festeggiamenti, poi l'arrivo di migliaia di giovani in camper e in auto; si parla di oltre 8mila persone giunte da tutta Europa.

Il sindaco di Valentano Stefano Bigiotti condanna con fermezza quanto sta accadendo: «Siamo grati alle forze dell’ordine per la loro presenza e per il prezioso lavoro che stanno svolgendo, ma non possiamo che chiedere da subito un intervento ferreo e tempestivo al ministro Lamorgese, affinché vengano ripristinate, immediatamente e con ogni urgenza, le condizioni di legalità. Questo anche per rispetto di chi, con fatica, lavora quotidianamente osservando le regole imposte per contrastare la diffusione del Covid-19. Ci auguriamo che i colpevoli di questa scellerata e vergognosa iniziativa possano essere prontamente individuati e assicurati alla giustizia».

Gli organizzatori del rave party pare che vogliano fermarsi fino al 23 agosto. La musica ad alto volume è stata udita fino al parco naturalistico e archeologico di Vulci, a chilometri di distanza.

Ultimo aggiornamento: 17:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA