Islanda, poche persone nel paradiso della "Laguna Blu"

Martedì 17 Marzo 2020
video
Da 1500 visitatori al giorno a poche persone. La Laguna blu, una delle principali attrazioni turistiche dell'Islanda, mostra un lato nascosto durante l'emergenza per il coronavirus. Le nuove norme imposte dal governo scandinavo vietano eventi con più di 100 partecipanti. E per questo sono state chiuse anche università e licei La chiusura degli istituti è scattata lunedì 16 marzo 2020 e le aule resteranno vuote per almeno quattro settimane per contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Restano invece aperti asili e scuole per i più piccoli, dai sei ai 15 anni, ma dovranno limitare il numero di bambini per classe e far rispettare le distanze tra loro. Nei luoghi di lavoro e nelle istituzioni, minimo due metri di distanza tra un lavoratore e l'altro. «Non ci sono precedenti nella storia dell'Islanda», ha detto in conferenza stampa la premier Katrin Jakobsdottir. Nel Paese sono 126 i casi segnalati di coronavirus. Ultimo aggiornamento: 17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA