Novak Djokovic, bagno gelato in un torrente dell'Alto Adige: «Sfido chiunque»

Giovedì 20 Febbraio 2020
video
Sono anni che Novak Djokovic utilizza la crioterapia per tenere il suo straordinario fisico sempre al top. Il campione serbo ha anche ammesso di utilizzare la camera iperbarica per ossigenare i suoi muscoli e per recuperare più in fretta dopo match estenunanti. Ma stavolta Nole è andato oltre, trovando una nuova sfida, subito lanciata a tutti attraverso con l'hashtag #NoleChallenge. Djokovic si è immerso nell'acqua gelida di un piccolo torrente in Alto Adige in compagnia dell'amico Constantine, riuscendo a rimanere seduto per un minuto e 45 secondi. "La pratica del bagno ghiacciato sembra una cosa folle, ma è un reale beneficio per l'allenamento della mente e del corpo", ha spiegato il 32enne tennista, numero uno al mondo. "Attraverso alcune tecniche, tra le quali quella del respiro, possiamo calmarci per affrontare condizioni estreme come questa e combattere efficacemente lo stress quotidiano delle nostre vite. Io uso i metodi di Wim Hof (soprannominato "Iceman") e li trovo benifici per la mia vita in generale. La mente sopra alla materia. Il cervello sopra al corpo. Lancio questa battaglia a chiunque. Deve essere in inverno, deve fare molto freddo. Dev’essere all’aperto. Dev’essere un ruscello, un fiume, lago, oceano... qualsiasi cosa. E dev’essere almeno un minuto". Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA