Coronavirus, Sting al sindaco di Figline in Toscana: «Mi mancate, so che Italia soffre»

Giovedì 2 Aprile 2020
video

"Mi mancate tutti, mi manca il mio paese preferito, mi manca la mia bella casa in Toscana: sono sicuro che in questo momento terribile molti di voi sono separati da quelli che amano. Come voi sto a casa per tenere la mia famiglia e i miei amici al sicuro, so quanto l'Italia ha sofferto e continua a soffrire". Lo dice Sting in un videomessaggio inviato dall'Inghilterra alla sindaca di Figline e Incisa Valdarno (Firenze), Giulia Mugnai, in risposta a una lettera in cui lei gli raccontava l'esperienza del coronavirus. La rockstar ha una tenuta nel territorio di Figline e Incisa, e presto, spiega il Comune, diventerà cittadino onorario. Nel videomessaggio l'ex leader dei Police esegue anche la sua canzone 'The Empty Chair', che cantò in una performance live al Bataclan di Parigi nel primo anniversario della strage del 2015. "Questa canzone - sottolinea l'artista inglese - parla delle persone care che ci mancano, di chi non può tornare a casa, e così lascia al tuo tavolo una sedia vuota". Il videomessaggio è stato caricato sulla pagina Facebook del Comune di Figline e Incisa che, in risposta, ha scritto: "Grazie per queste parole e per la tua musica, che ci tiene uniti... anche a distanza!".

Ultimo aggiornamento: 21:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA