Principe Harry, ennesima umiliazione nel Giorno della Memoria: non era mai successo prima

L'ennesimo affronto contro il duca di Sussex arriva da una fabbrica di ghirlande commemorative per i caduti militari

Lunedì 7 Novembre 2022
Video

Da quando il Principe Harry ha lasciato il Regno Unito, la sua reputazione, almeno nella terra natia, è andata scemando, e oggi – a pochi giorni dal Remembrance Day – è giunta una notizia che suona come l’ennesima umiliazione per il duca di Sussex. Il Giorno della Memoria in Inghilterra è una ricorrenza molto sentita, ha luogo l’11 novembre e rende omaggio alle vittime della Prima Guerra Mondiale (e non solo), terminata proprio in questa data nel 1918. 

Il Duca, che ha preso parte alla guerra in Afghanistan e prima della Megxit aveva conquistato numerosi titoli militari, ha sempre mostrato un certo attaccamento per quella parte della sua vita e adesso si ritrova lontano in California a far fronte ad una nuova beffa pubblica. Come riporta il Mirror, infatti, la Poppy Factory - una fabbrica che produce ghirlande commemorative da oltre 100 anni – ha rimosso dalla sua esposizione un tributo per il Giorno della Memoria posto da Harry.

Principe Harry, la sua ghirlanda è stata "rimossa" 

Mentre le corone e ghirlande depositate dagli altri reali sono ancora in mostra quelle del duca di Sussex e di suo zio, il principe Andrea , sono ora nascoste alla vista. La corona depositata dal Principe Harry in occasione della Giornata della Memoria aveva un costo di mille sterline. 

La Poppy Factory, con sede a Richmond, a sud-ovest di Londra, è stata fondata 100 anni fa per realizzare ghirlande e papaveri in onore dei soldati caduti. Un portavoce dell'azienda ha dichiarato: «La Poppy Factory ha subito una completa riqualificazione nel 2020, inclusa la creazione di un nuovo centro visitatori, che ci ha permesso di dare vita alla storia della nostra comunità di fabbrica nel nostro centenario anno. L'esposizione delle corone reali nel centro visitatori è invariata da quando è stata formalmente aperta dalla nostra patrona, Sua Maestà la Regina Consorte, nel novembre 2021». L'azienda fa sapere inoltre che «Apporteremo modifiche alla mostra a tempo debito, per riflettere le modifiche apportate alle corone dopo la morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Siamo orgogliosi del nostro continuo ruolo nella creazione e nel mantenimento di corone commemorative per tutti i membri che lavorano della famiglia reale». 

 

Foto: Kikapress - Music: "Once Again" from Bensound.com
LEGGI ANCHE:– Nostradamus, la profezia su Harry fa tremare il trono: cosa accadrà a Carlo prima della sua incoronazione e al fratello William

Ultimo aggiornamento: 12 Novembre, 22:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci