La telefonata tra il Papa e il cardinale Becciu: l'audio esclusivo dell'Adnkronos

Mercoledì 30 Novembre 2022
Video
1

(Adnkronos) - Ecco le parole del Papa sofferente. L'Adnkronos pubblica in esclusiva sul sito www.adnkronos.com l'audio integrale della conversazione con Papa Francesco registrata (all'insaputa del pontefice) dal cardinale Angelo Becciu il 24 luglio 2021, solo pochi giorni dopo le dimissioni di Bergoglio dall'ospedale dove aveva subito una complessa operazione. Una telefonata rintracciata dalla Guardia di Finanza di Oristano su due telefoni e un tablet appartenenti a Maria Luisa Zambrano, amica di famiglia di Becciu, indagata nell'inchiesta della procura di Sassari sulla Caritas di Ozieri. Una conversazione delicata, che, secondo gli investigatori, è stata fatta registrare a una terza persona (la Zambrano, appunto), pur avendo il cardinale ripetutamente invocato il Segreto di Stato durante le fasi di indagine e del processo.  

Si tratta, come si può ascoltare nell'audio pubblicato in esclusiva dall'Adnkronos, di cinque minuti e trentasette secondi di conversazione in cui si sente la voce affaticata del Papa rispondere alle sollecitazioni dell'ex Sostituto della Segreteria di Stato Vaticano, che gli chiede, tra l'altro, se ricorda di averlo autorizzato ad "avviare le operazioni per liberare la suora". Il riferimento è al denaro versato a Cecilia Marogna (mai menzionata nella telefonata con Francesco), imputata nel processo vaticano in concorso con Becciu in relazione ai 575mila euro versati dalla segreteria di Stato alla società di lei per attività di intelligence tra cui, appunto, la liberazione della suora rapita in Mali dai jihadisti. Soldi che invece, secondo l'accusa, sarebbero stati spesi dall'ex collaboratrice del cardinale in beni di lusso.  

Nella registrazione - un file generato alle 14.25.555 del 24/07/2021 da un dispositivo geolocalizzato in piazza del Sant'Uffizio - si sente, a parere della Gdf, anche la Zambrano, che, secondo i finanzieri, avrebbe svolto "un ruolo attivo nella realizzazione delle operazioni di registrazione": sarebbe la sua la voce che si può ascoltare all'inizio della traccia subito prima della conversazione tra il Papa e Becciu, avvenuta verosimilmente, secondo gli investigatori, tra due telefoni di rete fissa. Nella registrazione a un certo punto si sente anche una voce maschile in sottofondo, che sembra affermare "Mi faccia sentire". Non è chiaro a quale dei due interlocutori sia vicino il quarto partecipante. 

Ecco la trascrizione integrale della registrazione. 

Cardinale Becciu: Oh, sei pronta? 

Zambrano: Pronta 

(minuto 00.05) si sente un rumore verosimilmente corrispondente all'attivazione dell'apparato telefonico del chiamante. 

Papa: Pronto? 

Cardinale Becciu: Si pronto, Santo Padre. 

Papa: Come sta? 

Cardinale Becciu: Ehh cosi cosi, Lei come sta? Si sta riprendendo? 

Papa: Ehh riprendendomi da poco eh. 

Cardinale Becciu: Eh lo immagino, il cammino sarà lungo, un pochino, della ripresa eh. 

Papa: Si si. 

(minuto 00:26) si sente una voce maschile in sottofondo, che sembra affermare "Mi faccia sentire". Non è chiaro a quale dei due interlocutori sia vicino il quarto partecipante. 

Cardinale Becciu: Si, senta Santo Padre io Le sto telefonando come ehh con grande sofferenza …ehhh, cioè, io per me quasi non dovrei andare più a processo, perché, mi spiace, ma la lettera che mi ha inviato è una condanna... è una condanna... ehh perché ...io Le volevo solo chiedere se alcuni dati.... Cioè, la cosa è questa, che io non posso chiamarLa in Tribunale come testimone, non mi permetterei mai, però ci deve essere una Sua dichiarazione. Eeh i due punti sono questi: cioè, mi ha dato o no l'autorizzazione ad avviare le operazioni per liberare la suora? Eh, io mi pare glielo chiesi guardi dovrei andare a Londra eeeh eeeh emmmh ...contattare questa agenzia che si darebbe da fare, poi le dissi...ehhh che le spese che ci volevano erano 350 mila euro per le spese di questa agenzia, questi che si dovevano muovere, e poi per il riscatto avevamo fissato 500 mila, dicevamo non di più perché mi sembrava immorale dare più soldi alla… aaa... che andavano nelle tasche dei terroristi ….ecco io mi pare che l'avevo informato su tutto questo... si ricorda? 

Papa: Quello si mi ricordo ehh vagamente ma ricordo si ce l'avevo si. 

Cardinale Becciu: Eh... 

Papa: Ma per essere preciso ….eh ho voluto…. eh... chiedere bene bene come erano le cose... eh ho scritto quello no? 

Cardinale Becciu: Si, però mi ha scritto le accuse cioè ... è la teoria degli accusatori dei magistrati, cioè loro mi accusano che ho imbrogliato Lei, che non era vero che io ero stato da Lei autorizzato a fare queste opere, e quindi Lei condivide le accuse di ques... dei magistrati ed io come posso difendermi lì se Lei già mi accusa così ...eh ...mi hanno scritto cioè la lettera è proprio giuridica in cui sono le stesse frasi, stesse idee che mi trovo nell'atto di giudizio che mi porta in processo e quindi Lei condivide quelle.. quelle accuse eh... Lei mi ha sempre detto che è al di sopra non vuole interferire…  

Papa: lo sono al di sopra, facciamo una cosa... 

Cardinale Becciu: Si... 

Papa: Su questo perché non mi invia uno scritto perché io devo consultare prima di scrivere, no? Mi invia uno scritto, si narra tutto questo e facendo un'altra relazione, eh? 

Cardinale Becciu: Si perché io gliele avevo mandate quella dichiarazioni, forse non sono piaciute, non lo so; perché a me basterebbe che mi annullasse questa lettera, poi, se mi vuol dare delle dichiarazioni, bene... cioè dire "ecco, io ho autorizzato monsignore Becciu quando era Sostituto a fare queste operazioni" a me basterebbe quello… 

Papa: Mi scriva tutto questo mi fa il favore perché. 

Cardinale Becciu: Eh... 

Papa: lo non conosco tutte queste procedure. 

Cardinale Becciu: Infatti infatti li hanno preso la mano perché si vede che non è scritto da Lei tutto giuridico. 

Papa: No no questo è vero. 

Cardinale Becciu: E vero è tutto è tutto diritto, ci conosciamo Santo Padre eh... 

Papa: Sì sì. 

Cardinale Becciu: Mancava il padre che mi scrive, li è tutto è tutto diritto, come anche sul segreto di Stato... basta che Lei dica "lo osserviamo? No, non lo osserviamo", va bene, siamo liberi di parlare... "Lo osserviamo? Si" ma questa è una decisione Sua Santo Padre, io non La obbligo se non lo osserviamo il segreto di Stato…eeeeeh siamo liberi di dire tutto quello che dobbiamo dire, ecco poi... 

Papa: Ho capito. 

Cardinale Becciu: Ehh quindi.. 

Papa: Si, mi invii un po' queste spiegazioni bene e cosa Lei vorrebbe che io scrivessi. 

Cardinale Becciu: Va bene allora io gliele mando, eh? 

Papa: E io vedo domani lo vedrò, eh? 

Cardinale Becciu: Sì sì sì e certo però se lo fa redigere da chi è dalla parte contraria…chiaro che mi... che... 

Papa: No capisco capisco, no cercherò un altro consiglio, eh? 

Cardinale Becciu: Va bene. Le sono grato Le sono grato davvero Santo Padre. 

Papa: Grazie. 

Cardinale Becciu: Prego prego prego. 

Papa: Grazie preghi per me eh? Grazie. 

Cardinale Becciu: Sì sì reciprocamente. 

Papa: Grazie. 

Cardinale Becciu: Grazie. 

Ultimo aggiornamento: 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci