Migranti, von der Leyen zittisce eurodeputato di destra che la contesta a Strasburgo

Venerdì 18 Settembre 2020
Video
3

(Agenzia Vista) Strasburgo, 18 settembre 2020

Contestazioni per Ursula Von der Leyen, la presidente della Commissione europea è stata contestata durante l'assemblea plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo. Si parlava di migranti e la presidente è stata contestata da un eurodeputato di destra. «Si vede che si sente toccato sul vivo», lo ha zittito lei. Ursula von der Leyen ha ricordato che «salvare vite in mare non è un optional». 

Von der Leyen: con Conte organizzeremo a Roma vertice su sanità
Recovery Fund, von der Leyen: "Il 37% sarà usato per Green deal"

La Commissione Europea presenterà la settimana prossima, mercoledì 23 settembre, il «Migration Pact», il patto per le migrazioni, cioè una nuova proposta di riforma del sistema di asilo e delle politiche Ue in materia di gestione dei flussi migratori, ha spiegato Ursula von der Leyen, in videoconferenza stampa a Bruxelles al termine dell'incontro virtuale con il presidente cinese Xi Jinping. «Negli ultimi giorni - afferma - abbiamo discusso insieme di un centro di accoglienza che sarebbe guidato dalle agenzie Ue e dalle autorità greche. È molto importante chiarire quali sono le responsabilità e le possibilità, per tutte le parti in causa. Serviranno discussioni chiare, per arrivare ad un memorandum di intesa». «Per me - aggiunge - è importante che venga fatto in coingunzione con nuovo migration pact. Abbiamo deciso di presentare il nuovo patto per le migrazioni il 23 settembre e che la discussione sul patto per le migrazioni debba essere accelerata. Per noi è importante che questo progetto pilota, a guida europea e greca, si accompagni all'attuazione del patto sulle migrazioni».

Ebs Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Ultimo aggiornamento: 15:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA