Prelievo al bancomat, arriva un nuovo sistema per le commissioni: ecco cosa cambia

Lunedì 15 Novembre 2021
Video

Carte Bancomat cambia il sistema delle commissioni. Mentre il governo per combattere l'evasione fiscale abbassa di nuovo a 1.000 euro da gennaio la soglia dei pagamenti in contanti, la società che gestisce le carte di pagamento e prelievo ha chiesto all'Antitrust di rivoluzionare il meccanismo delle commissioni. 

Oggi il servizio Bancomat è fondato su una commissione interbancaria di 49 centesimi di euro che la banca emittente della carta riconosce all'istituto proprietario dello sportello automatico (Atm) dove viene effettuato ogni singolo prelievo. Poi ogni utente pagava una ulteriore commissione variabile in base a quanto previsto dal contratto con la banca che ha amesso la carta. Alcuni istituti, tipo quelli online, consentono tuttavia di fare prelievi gratis ovunque sopra una certa soglia (in genere 100 euro).

Nei mesi scorsi la società che gestisce il Bancomat ha presentato all'Antitrust un progetto che prevede invece che ogni banca deciderà autonomamente quanto addebitare per ogni richiesta di contanti e che la commissione sarà resa nota nel momento in cui verrà autorizzato il prelievo. I costi quindi saranno variabili (anche se verrà stabilito un tetto massimo) in base allo sportello scelto e potrebbero in teoria essere anche più alti, ma dipenderà dalle scelte commerciali di ogni banca.

Prima che il nuovo sistema diventi operativo è comunque necessario che il progetto venga approvato dall'Antitrust che ha tempo per esaminarlo fino al prossimo aprile. L'autorità di controllo del mercato deve valutare infatti se le modifiche al sistema delle commissioni possano configurare una intesa «suscettibile di restringere o falsare la concorrenza». 

 

 

Bancomat, scoprire il pin è possibile: non basta coprire la tastiera

Foto: Shutterstock Music: "Perception" from Bensound.com
LEGGI ANCHE >> GLI SPORTELLI BANCOMAT SPARIRANNO, ECCO DOVE DOVREMO PRELEVARE

Ultimo aggiornamento: 16 Novembre, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA