Piscine chiuse, padre e figlio beccati a nuotare nel fiume Video

EMBED
VERONA - Le piscine sono chiuse per l'emergenza Coronavirus, così due persone, padre e figlio di 17 anni, a Verona hanno pensato bene, complice una giornata di sole, di tuffarsi nell' Adige per fare un po' di attività sportiva. I due sono stati denunciati dagli agenti delle Volanti  per violazione al Dcpm su Covid-19. Il video di padre e figlio, ripresi da un automobilista di passaggio mentre s'impegnano con le bracciate a stile libero nuotando nel fiume, è diventato virale nelle chat e poi rilanciato sui social.

Intanto l
a Polizia Provinciale annuncia che pattuglierà argini e ciclabili del Veronese per i controlli previsti per l’emergenza Covid-19 

Sorveglieranno, da domani fino a domenica, «diversi tratti di piste ciclopedonali lungo il fiume Adige e altri corsi d’acqua e ulteriori percorsi frequentati abitualmente da ciclisti, sportivi e cittadini nel tempo libero». Da lunedì saranno programmate altre attività di pattugliamento su aree verdi e ciclopedonali della provincia.