Urla strazianti dal cassonetto: uomo rischia di morire nel tritarifiuti

Urla strazianti dal cassonetto:  uomo rischia di morire nel tritarifiuti
VICENZA - Un barbone deve (probabilmente) la vita alla prontezza di riflessi di un operatore di Aim Ambiente, la società di raccolta rifiuti in città. Un uomo di colore, per ripararsi dalla pioggia caduta nella notte tra venerdì e sabato, ha pensato di trovare rifugio all’interno di un cassonetto di raccolta del verde lungo via dei Mille. Tutto bene fino alle 7.30 di ieri 18 maggio quando con il mezzo tritarifiuti è arrivato un operatore ecologico di Aim Ambiente che nel sollevare il cassonetto delle ramaglie per svuotarlo ha sentito delle strazianti urla d’aiuto. Riposizionato a terra il cassonetto l’operatore ha notato all’interno un uomo che balzato fuori si è allontanato in fretta, senza parlare, giustificare la sua presenza e rifiutare così i possibili aiuti da parte dei sanitari del Suem.   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 19 Maggio 2019, 09:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Urla strazianti dal cassonetto: uomo rischia di morire nel tritarifiuti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-05-19 19:30:02
Detto con parrole terra terra, questo signore e' arrivato in Italia per dormire nei cassonetti della nettezza urbana?
2019-05-19 22:07:10
Questo signore deve veramente essere un poveraccio! Avete mai visto o sentito di senzatetto che si rifugiano nei cassonetti? Io no; rovistare si ma non per ripararsi dalle intemperie. Non e'difficile pensare che se la passa molto male e che non ha nessuno a cui rivolgersi; non mi stupirei sia incapace di nuocere, in alcun modo! Ci dovremmo cautelare contro chi aggredisce, chi spaccia, chi viene in italia per delinquere, chi non accetta le nostre regole, chi sputa sulle nostre tradizioni,sulle nostre idee;sono tanti, troppi, senza dimenticare gli schifosi nostrani!
2019-05-20 10:47:48
detto con parole "Mare Mare(Nostrum)" e "Ius Soli" si
2019-05-19 19:13:19
Non voglio pensare, se al tipo fosse andata male, a quali rogne sarebbe andato incontro l'operatore AIM che faceva semplicemente il suo lavoro
2019-05-19 17:21:26
L'episodio mi ha aperto il cuore. Soprattutto quando il protagonista - a cui l'operatore ha salvato la vita - si rivolge a lui commosso, ringraziandolo. Un bellissimo gesto di sincera gratitudine che spero Bergoglio citi dal suo balcone domenica prossima. Perchè la solidarietà e l'amore per il prossimo devono trionfare sempre. E anche solo il piccolo e sommesso ringraziamento di una persona umile beneficata è adeguata mercede per un grande gesto.