Giornalista aggredito e rapinato a Parco Fornaci: fermati sette stranieri

Parco Fornaci a Vicenza

di Luca Pozza

VICENZA - Un cronista del Giornale del Vicenza, Valentino Gonzato, è stato aggredito e rapinato nel primo pomeriggio di oggi a Parco Fornaci, a ridosso tra il quartiere omonimo e quello di San Lazzaro. Secondo quanto appreso il giornalista si era recato sul posto per fare un servizio sulla situazione di degrado nell'area verde, da mesi al centro di situazioni di spaccio di droga, bivacchi e violenze anche contro le forze dell'ordine.

Ad un certo punto, mentre scattava delle foto e dei video con lo smartphone, è stato avvicinato e circondato da un gruppo di stranieri, formato da una decina di persone. Due di loro sono passati subito alle vie di fatto, con insulti, minacce e sputi, per poi essere spintonato a terra e preso a calci e pugni, quindi gli è stato strappato di mano lo smartphone. Dopo l'allarme lanciato da alcuni residenti, sul posto sono intervenute le volanti della Polizia e poi anche i carabinieri (in totale quattro pattuglie), che hanno identificato gli aggressori. Sette di loro sono stati identificati: nella tasca del giubbotto di uno di loro è stato poi trovato il cellulare: quest'ultimo è stato denunciato. Il giornalista è stato invece accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale San Bortolo per essere medicato: lamenta diverse contusioni, tra cui una al polso.

«Esprimo solidarietà, a nome mio e di tutta l'amministrazione comunale - le parole del sindaco Francesco Rucco - per quanto avvenuto ed auguro una pronta guarigione al giornalista Gonzato che a Parco Fornaci stava svolgendo la sua attività lavorativa. È evidente che la situazione a Parco Fornaci continua ad essere difficile, con pericoli di sicurezza per i cittadini che segnalano fenomeni di degrado: proprio per questo motivo siamo intervenuti nell'agosto 2018 con la rimozione di sei panchine, provvedendo allo sfoltimento della vegetazione in una zona adiacente alle abitazioni dove ci sono stati segnalati episodi di spaccio, di consumo di droga e di atti sessuali».

«Si è trattato di un primo passo - ha poi aggiunto il primo cittadino - per riportare l'ordine in questo luogo che da tempo versa in condizioni di degrado. Pertanto abbiamo poi pubblicato un bando per l'affidamento della custodia e della gestione del parco che tenesse conto delle necessità reali. Al nuovo gestore, che verrà decretato presto visto che l'apertura delle buste è in programma per l'8 aprile, chiederemo la presenza per almeno otto ore al giorno, da aprile a settembre, e per quattro ore al giorno, da ottobre a marzo. Verrà prevista anche l'apertura di un chiosco, da aprile ad ottobre, in modo da rendere lo spazio vivo e sempre più frequentato grazie anche ad attività di intrattenimento e animazione. Durante la notte il parco rimarrà chiuso». 

L'episodio è stato stigmatizzato anche da Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, che nell'esprimere solidarietà e vicinanza al giornalista del quotidiano locale evidenzia che «si tratta di un fatto gravissimo a Vicenza, città della civile convivenza, in una provincia che ha accolto e ospitato decine di migliaia di stranieri ai quali ha garantito servizi, assistenza, percorsi formativi e di integrazione. Questa aggressione non va sottovalutata, né può passare inosservata: dimostriamo subito fermezza per impedire che questi delinquenti pensino di avere mano libera e di poter fare ciò che vogliono. Ai delinquenti si risponda con pene severe: deve essere chiaro che la giostra è finita. Bisogna agire al più presto e con rara severità per estirpare questa mala pianta».

Sul grave episodio il cdr del Giornale di Vicenza, il Sindacato giornalisti Veneto e l’Assostampa vicentina esprimono «vicinanza e solidarietà al collega Valentino Gonzato, condannando in maniera decisa tale atto e tornano a denunciare insieme alla Federazione nazionale della Stampa, come e quanto stia diventando sempre più pericoloso il mestiere del cronista esposto a minacce e intimidazioni di qualsiasi tipo».
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 2 Aprile 2019, 17:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giornalista aggredito e rapinato a Parco Fornaci: fermati sette stranieri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-04-02 18:39:14
Lo fanno perche' sanno che rischiano poco o niente. Grazie buonisti.
2019-04-02 17:59:05
Fa lacoppia con la notizia della giovane runner aggredita da maniaco.Ma cosa son diventatii parchi?? terra di tutti ( i delinquenti)e di nessuno ( di onesto).Nel parcodipaesello...dormienti su panchina, cani digross atagli aliberati dalguinzaglio...persino il prato erboso con tanto di cartello"vietat calpestare "occupatoperiodicamente di fattoda giocatori nostalgici dicricket, che tiranomazzate tremende a certepalle ches eprrndono unpassant elo stendono.Mai vista una guardia, sempre indaffafrate in compiti di scartoffieio placidi accando ad autovelox che fa tutto da solo.
2019-04-02 17:37:54
Parco Fornaci ormai è in mano agli spacciatori carbonella.